• prova_slide2

  • prova_slide2

  • LEZIONI MINIGRUPPO PILATES
  • LEZIONI CON I GRANDI MACCHINARI (REFORMER, CADILLAC, CHAIR, BARREL, SPRINGWALL)

Depurarsi con Acqua e Limone

Acqua e Limone, la bevanda miracolosa che sta spopolando in questi anni, tutti ne parlano, tutti la usano o l’hanno usata, alcuni la amano altri l’hanno trovata un’inutile tortura.

Ma quanti davvero sanno di cosa si tratta e soprattutto qual è il modo corretto per preparare l’acqua e limone?

Tra tanti metodi oggi vi parlo del “Metodo Oberhammer”, presentato nel libro “Curarsi con acqua e limone” di Simona Oberhammer. Un libro scorrevole e molto chiaro che consiglio a tutti coloro affascinati dalla naturopatia.

La Oberhammer descrive questa routine quotidiana come una doccia interna: ogni mattina oltre a lavarci esternamente dovremmo depurare anche l’interno del nostro organismo. Trascurare l’igiene interna comporta l’accumulo di scorie e tossine, che ci inquinano, affaticano l’organismo e spesso causano malattie.

Stanchezza, problemi cutanei, ritenzione idrica, infiammazioni ginecologiche, mal di testa, disturbi digestivi o intestinali, dolori articolari, pancia gonfia possono dipendere da uno stato di costante intossicazione.

Oltre a tutte le tossine che arrivano a noi dall’esterno, è necessario fare i conti con le tossine prodotte dal nostro corpo sia nei processi metabolici sia di rigenerazione cellulare.

Questo implica che siamo stati creati per espellere tossine, il nostro corpo lo fa attraverso intestino, fegato, reni, polmoni e pelle. Ma anche se la natura ci ha dotato di una macchina efficiente e perfetta, gli eccessi di uno stile di vita moderno e frenetico possono “ingolfarci” e rendere inefficiente il processo di eliminazione delle tossine.

Se diamo all’organismo l’opportunità di liberarsi dalle tossine e dalle scorie che lo appesantiscono, ci accorgeremo presto che molti disagi scompaiono: il corpo, una volta alleggerito, può funzionare bene e tornare in salute!

 

Sono intossicato?

Il corpo lancia dei segnali molto chiari per indicare uno stato di intossicazione, ecco i più rilevanti:  

Sintomi Fisici:

  • Alito cattivo, bocca impastata, lingua patinata;
  • Viso gonfio specie al mattino;
  • Sudorazione con cattivo odore;
  • Naso perennemente chiuso;
  • Necessità di tossire continuamente;
  • Disturbi digestivi;
  • Disturbi dell’apparato genitale e/o urinario (candidosi, cistite…);
  • Dolori articolari;
  • Stati infiammatori;
  • Problemi prostatici;
 

Sintomi Psichici:

  • Mancanza di concentrazione;
  • Cattivo umore;
  • Annebbiamento;
  • Carenza di memoria;
  • Umore oscillante.
Se vi siete riconosciuti in uno di questi sintomi, avete bisogno di disintossicarvi un po’!  

Il momento migliore per depurarsi

Avrete notato che questi sintomi sono molto più accentuati al mattino, dopo che per tutta la notte il corpo ha lavorato per auto curarsi e depurarsi, rilasciando scorie. Non c’è momento migliore della mattina dunque per bere acqua e limone e fare questa benefica doccia interiore.  

Benefici incredibili

Questo rimedio, definito dalla Oberhammer “un vero elisir di lunga vita”, già in dieci giorni di costante assunzione disintossica il corpo, migliora la digestione, regolarizza l’intestino, rende più bella la pelle, idrata l’organismo, previene raffreddore e influenza, eliminando gli acidi urici migliora i dolori articolari, depura il fegato e i reni, remineralizza e alcalinizza il corpo e la lista dei benefici continua!  

Acqua e Limone: Come prepararla in modo corretto

Il Limone

Partiamo dal vero protagonista, il limone: sceglietelo maturo al punto giusto, di un bel giallo sole, possibilmente pesante e con la buccia a grana fina (contiene più succo), profumato e quindi ricco di oli essenziali, meglio se ha ancora le foglie ed è opaco (implica che oltre ad essere stato raccolto da poco, non è trattato con cere lucidanti). Sempre meglio un prodotto bio, per poter utilizzare anche la scorza, non solo per decotti e tisane, ma in generale per dare gusto ai vostri piatti in cucina!

Ora che abbiamo il limone perfetto, è tempo di spremerlo. Prima di tutto fallo rotolare sotto il palmo della mano per assicurarti di ottenere fino all’ultima goccia di succo. Dopo questo piccolo massaggio, spremilo fino al bianco, dove è presente la pectina. Finita la spremitura fai scorrere un po’ di acqua tiepida sullo spremiagrumi per portare via ogni traccia di pectina.

È fondamentale spremere il limone immediatamente prima di unirlo all’acqua tiepida, per evitare che si ossidi e perda le sue proprietà, vitamina C e bioflavonoidi sono infatti molto sensibili all’aria.

Filtrate bene il succo, magari con un colino, privandolo di semini e frammenti di polpa. Questo perché deve scorrere velocemente all’interno del corpo senza stazionare troppo a livello gastrico.

Quanto succo? Né troppo, né troppo poco! Se è la prima volta che vi approcciate a questa routine, iniziate con mezzo limone e man mano che vi abituate al sapore, potete arrivare a spremere un limone intero.

Evitate di spremere più limoni con l’idea di conservarne il succo, perdereste tutti i benefici. Se ogni mattina spremete mezzo limone, la metà rimasta conservatela in frigo con la parte tagliata in appoggio su un piattino da caffè in ceramica, evitate la pellicola o peggio ancora la stagnola.

 

L’acqua

Il limone va diluito in acqua di buona qualità, non scegliere quella del rubinetto, almeno che non ti sia stata garantita la sua bontà.

La temperatura dovrà aggirarsi tra i 40-45 °C per due ragioni: non compromettere le proprietà del succo, favorirne un consumo veloce senza scottarci.

Usare acqua fredda o a temperatura ambiente abbatte l’incisività del metodo. Mentre l’acqua tiepido-calda ha un’azione solvente e di purificazione maggiore.

Per assicurarci una bella doccia interna, servono almeno 300-400 ml di acqua, per ripulire bene l’organismo, idratarlo, e smorzare gli effetti aggressivi del limone su gola e smalto dei denti.

 

L’attrezzatura per preparare e bere l’acqua e limone

Tutti abbiamo in casa l’occorrente per preparare questa bevanda, oltre ad acqua e limone serviranno:
  • un buono spremiagrumi;
  • un colino fine, possibilmente con la retina in fibra e non in metallo;
  • un bollitore, ottimo quello con regolazione della temperatura, ma va bene anche un pentolino;
  • una bella tazza capiente;
  • una cannuccia, usatela sempre per non rovinarvi i denti!
Non sottovalutate la questione della cannuccia e anzi, una volta assunta la bevanda sciacquate la bocca e i denti, ma senza lavarli. Tutto ciò proteggerà lo smalto dei denti.  

Come bere l’acqua e limone

Come abbiamo anticipato, questa bevanda si assume al mattino, a stomaco vuoto, tiepida e a piccoli sorsi continui, proprio per non perdere l’effetto doccia. Prima di fare colazione aspettate 10 minuti, così eviterete che il cibo si unisca all’acqua e limone vanificando l’effetto.

All’inizio il processo vi sembrerà macchinoso, a tratti spiacevole, ma datevi 10 giorni di tempo, non solo per abituarvi, ma per ascoltare i vostro corpo e i benefici di questa routine purificante.

  Spero che questi consigli vi saranno utili per assumere finalmente in modo corretto questa strepitosa bevanda.  
Per maggiori informazioni e per tutte le ricette speciali (sono più di 30) vi consiglio di acquistare il libro “Curarsi con acqua e limone” di Simona Oberhammer, disponibile anche in e-book, edito da MACRO Edizioni.
       

Seminario “Evolvere mangiando”

Per potersi sentire davvero bene!

Immagine incorporata 1

Dott.ssa Annalisa Chelotti

Counselor e Terapeuta Olistica

 

Sabato 14 Ottobre 2017 dalle h 10,30 alle h 12,30

presso lo studio di Via Guarini 4

 

Scopri perché il tuo corpo ti “parla” attraverso il linguaggio dei sintomi, magari ti senti la

pancia gonfia, o hai spesso mal di testa, oppure non riesci a ottenere e mantenere un

peso forma, o magari il tuo intestino è capriccioso.

Molto semplicemente, ciò che mangi fa la differenza sul tuo corpo. Scoprendo le origini e i

meccanismi del modo di alimentarci e di nutrirci,possiamo evolvere verso uno stato di

ben-essere ed equilibrio psico-fisico ottimale. Noi ci meritiamo la salute, ogni giorno.

Solo che dobbiamo essere noi a occuparcene, ogni giorno e possiamo farlo attraverso il

nutrimento.

 

Esiste in te il desiderio di stare davvero bene?

 

Per partecipare al Seminario è necessaria la prenotazione.

Info e prenotazioni:

tel 011.197.05.609 – 371.181.24.14

email:lagrange@yogapilates.it

Orario segreteria: dal lun al ven dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 16.00 alle 20.00

 

Un week end da fiaba 14 – 15 – 16 Luglio 2017

UN WEEK END DA FIABA


14-15-16 LUGLIO

esprimi il tuo corpo e libera il cuore

 

Tu, che vuoi lasciarti alle spalle l’inverno e le fatiche, rinnovandoti nel corpo e

rigenerando la mente e che sai di avere ancora una parte un po’ bambina e non vedi

l’ora di risvegliarla….

Immagina di svegliarti con il suono degli alberi e di praticare yoga in un giardino

incantato. Immagina di tonificarti con il pilates, nutrendoti poi con cibo sano e

gustoso. Immagina di acquietare la mente e di calmare le emozioni con

Mindfulness&Movimento. Immagina di ridere e cantare sotto le stelle, nella tiepida

quiete della Natura.

 

VENERDI’ 14 LUGLIO: arrivo libero tra le 14.00 e le 19.00, con cena, musica live e creazione di un intento;

                                                SABATO 15 LUGLIO: yoga e pilates nella Natura, con spazi di attenzione per ilnutrimento consapevole e racconti serali di fiabe iniziatiche

                          DOMENICA 16 LUGLIO: mindfulness&movimento e liberazione dell’intento, con partenza libera tra le 18.00 e le 20.00.

Presso il Centro di Armonia – Moncucco Torinese (AT) – www.centroarmoniavalgomio.it

Il valore del Week End da Fiaba è di 280,00 e comprende:

– due pernottamenti e tutti i pasti da venerdì a cena a domenica a pranzo (materie prime biologiche e del proprio orto sinergico);

                                                                      – le attività di yoga, pilates (con le insegnati dell’Associazione PPM: Tatiana Pais e Giulia Cittaro)

                  – mindfulness&movimento (con i fondatori del metodo e dell’Associazione Il Sentiero del Ben-Essere: Annalisa Chelotti e Luca Capozza)

                                                                      – le pillole di saggezza sul nutrimento consapevole;

                                                                      – la serata di musica live e la serata di esplorazione del mondo delle fiabe iniziatiche.



PER CHI PRENOTA ENTRO IL 30 GIUGNO 2017, IL VALORE DEL WEEK END E’ DI 255,00 EURO!

 

Per info e prenotazioni contattare la segreteria dal Lun al Ven dalle h 16.00 alle h 20.00:

Tel: 011.068.66.62 – 011.197.05.609

Cell: 328.22.22.390

E-mail: info@yogapilates.it

 

Seminario: Nutrimento Consapevole – 13 Maggio 2017

Nutrimento Consapevole

strategie per la salute, il ben-essere psico-fisico e la longevità

con Annalisa Chelotti

alimentazione-sana-e-corretta_rihabilita-300x170 

Sabato 13 Maggio 2017

orario 11,00-12,30



Presso lo Studio PPM di Via Guarini 4

Diventare consapevoli di come nutrire al meglio il corpo e la psiche è oggi la chiave per tutelare la nostra salute. Possiamo imparare a usare il cibo come strumento per la prevenzione e come fondamento terapeutico di numerose malattie. Con l’alimentazione è possibile ritrovare l’equilibrio psico-fisico dell’organismo, ottenendo notevoli benefici in termini di ben-essere ed energia vitale, con la conseguente scomparsa di numerosissimi disturbi, incluse le problematiche di obesità e sovrappeso, causati da un metabolismo lento e poco reattivo e da un ambiente interno troppo acido. E’ particolarmente importante adottare un nutrimento sano e corretto soprattutto per i bambini: la potenza della prevenzione ha un valore inestimabile. Viviamo in una società che intossica dal punto di vista emotivo, fisico e mentale: ritmi frenetici, cibo spazzatura, abuso di farmaci, ambienti e abitudini stressanti. Possiamo però individuare le strategie difensive per garantirci un presente e un futuro armoniosi, all’insegna della salute totale. Una volta apprese le linee guida per nutrirci a livello cellulare, abbiamo in mano la chiave della longevità.

 

 

Che il cibo sia per voi la vostra medicina” 

Ippocrate



Per partecipare al Seminario è necessaria la prenotazione poichè l’incontro è a numero chiuso.

Per info e prenotazioni: INCONTRO GRATUITO!

tel 0110686662 – 01119705609

Orario segreteria: dal lun al ven dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 16.00 alle 20.00

Come ridurre la nausea con lo yoga in gravidanza

yoga-embarazo-3

Gli esercizi di yoga per le donne in gravidanza possono aiutare a fermare la nausea, sono esercizi semplici e veloci che vi faranno sentire meglio durante la gravidanza.

Se si fa yoga durante la gravidanza, si possono trattare alcuni disturbi organici tipici della gravidanza, come la nausea. Lo yoga può aiutare a rilassarsi e avere un maggiore controllo del proprio corpo e delle proprie emozioni, ciò faciliterà a ridurre la nausea durante la gravidanza. Si tratta di uno dei benefici dello yoga per le donne incinte, che ti aiuta a sentirsi bene dentro e fuori.

Vediamo come ridurre la nausea in gravidanza con lo yoga:

Respirate profondamente e realizzate movimenti morbidi e lenti al risveglio.

respirazione_yoga_in_gravid. BENESSEREGRAVIDANZA3

Nell’alimentazione per le donne incinte che fanno yoga, è meglio mangiare spesso, ma in piccole quantità, e  evitare ingredienti irritanti come aglio e cipolla cruda.

alimentazione in gravidanza
Durante gli esercizi di yoga, si consiglia di bere succo di mela, come bevanda reidratante.

 succo-di-melahealthy pregnant

Un esercizio di respirazione yoga che mira a ridurre la nausea, consiste nel portare la punta della lingua al palato superiore, aprendo leggermente la bocca, da dove prenderemo l’aria che viene poi verrà espulsa attraverso il naso. Ripetere l’esercizio da 5 a 10 volte.

pranayama_gravidan.yoga-in-gravidanza-torino

NIRAGADA – Il Sole ha l’oro in bocca.

Il rimedio per mantenere efficiente il sistema digerente, sin dal mattino.

In sanscrito la parola Niragada significa letteralmente “distruttore di tossine” (dove agada sta per tossine). Nella tradizione ayurvedica con questo nome si indica una polvere, frutto della macinatura fine di vari tipi di erbe e spezie, tra cui Triphala, tarassaco, centella asiatica, zenzero, liquirizia, pepe, curcuma. Si consiglia di utilizzare questo prodotto, in forma di tisana, al mattino a digiuno, prima di dedicarsi allo yoga e dopo aver svolto le pratiche quotidiane di pulizia e cura della propria persona consigliate dall’Ayurveda (auto massaggio, applicazione di oli per i cinque sensi, utilizzo del nettalingua e di crema sul viso). A livello fisiologico, lo scopo di Nigarada Tisana è quello di favorire il distacco delle tossine dai tessuti e di stimolare il sistema metabolico: il suo utilizzo costante e porta una progressiva purificazione degli organi, aumentando la sensazione di leggerezza del nostro apparato digestivo.

L’azione depurativa di questa polvere si esplica inibendo l’accumulo di tossine all’interno degli organi, permettendo dunque una maggiore elasticità e pulizia dei vari “canali”, in particolare di quelli della digestione della circolazione, con lo scopo di combattere obesità, stitichezza e ristagno di gas intestinali.

Come preparare la tisana e quando assumerla

Per assumere correttamente il prodotto, aggiungere la punta di un cucchiaino di polvere Niragada in mezza tazza d’acqua e portare a ebollizione; lasciare bollire per qualche minuto, filtrare e bere la tisana calda, preferibilmente al mattino digiuno, attendendo almeno mezz’ora prima di fare colazione. Nella stagione estiva la tisana può essere preparata in anticipo e consumata a temperatura ambiente: posta all’interno di un contenitore di vetro, si conserva per diversi giorni senza perdere le proprietà curative.

Una curiosità? Il deposito che si forma sul fondo può essere spalmato sul corpo per ridurre il grasso e tonificare i tessuti!

 

Digiuno post-feste per depurare il corpo

 

 dogiuno_natale

Il digiuno salutare consiste nell’ astinenza da cibo solido per un breve periodo di tempo. Questa pulizia ci aiuta a liberarci delle tossine e sostanze chimiche che possono risiedere nel nostro interiore, oltre ad essere un momento di riflessione interna e di meditazione inestimabile.

In questi giorni di feste, arriva uno dei momenti migliori per ricordarci delle persone a noi care, vicine e lontane che, chissà, non hanno molti mezzi o agi come noi.

digiuno_post_natale

Pochi giorni per nutrire l’anima e nutrirci di alimenti non solidi come succhi di frutta naturali o frullati ricchi di vitamine, aminoacidi e altri componenti necessari per mantenere i nostri livelli di energia.

Tra i principi ayurvedici seguiti dalla filosofia dello yoga, il Digiuno intermittente è di grande importanza, sempre con un controllo delle caratteristiche di ogni singolo e cercando il momento giusto, un momento in cui possiamo abbassare i livelli di attività nella nostra vita.

tisana-depurativa-fegato_NG1

L’organo che maggiormente risente dell’eccesso di grassi e zuccheri offerti da panettoni e pandori è il fegato. Per depurarlo consigliamo una tisana a base di piante officinali ad azione carminativa, capaci cioè di favorire l’espulsione di gas dallo stomaco e dall’ intestino e a base di piante con proprietà coleretiche, in grado di favorire la produzione della bile e il suo deflusso verso l’intestino migliorando quindi la digestione. Gli ingredienti di questa tisana depurativa per il fegato sono i seguenti:
Cumino (frutti): 10 g
Curcuma (radice): 20 g
Tarassaco (erba): 30 g
Cardo mariano (semi): 20 g
Menta (foglie): 20 g
Preparazione:Portare ad ebollizione l’acqua in un pentolino. Versare le erbe, tenerle in infusione per 3 min e dare una breve fiammata. Filtrare, far raffreddare e consumare la tisana.
Assumere da una a tre tazze di tisana per il fegato al giorno.

meditazione (1)

La stagione natalizia è di solito un periodo di eccessi, la pulizia prima o dopo questo periodo può essere molto ben accolta dal nostro corpo. In aggiunta, decidere di lasciare da parte gli eccessi e cercare un significato più spirituale di queste feste può essere un ottimo inizio di anno per tutti.

Cinque esercizi per restare in forma fisica durante & dopo le feste

Sappiamo tutti che il Natale è un momento per godersi la famiglia, viaggiare e mangiare. Tuttavia, è spesso difficile mantenere il peso durante le vacanze, quindi vi diamo 5 tipi di semplici esercizi che è possibile eseguire dopo il periodo natalizio per ritrovare la forma, sgonfiarsi e ricominciare a muoversi, ovunque voi siate.
 

1.Salire le scale

ginnastica-scale

Questo dicembre su e giù per le scale anziché l’ascensore. Ciò vale non solo a casa, fatelo per andare in ufficio, al supermercato o in qualsiasi altro luogo. Questo piccolo cambiamento di abitudine può fare ridurre un pò di calorie che saranno di beneficio per concedersi qualche piccolo dolce sfizio.
 

2. Bere tè

Ragazza-beve-tè_650x435

Invece di ordinare un doppio espresso per agitare il vostro corpo, provate a digiuno a bere un po’ di tè rosso. Questo ha la capacità di eliminare le tossine dal corpo, inoltre pulirà il vostro intestino al mattino permettendovi di avere una migliore digestione delle possibili leccornie di Natale che saranno sicuramente una tentazione a tavola.
 

3. Piegamenti sulle braccia

FLESSIONI+PERFETTE+2

Il peso corporeo è sufficiente per dare forma e tono alle braccia, e modellare un addome perfetto come lo desiderate. Fate 4 serie da 20 flessioni ogni giorno dopo una serie di stiramenti e vi sentirete più leggeri e meno inclini ad una colazione abbondante.
 

4. Fare Yoga

Casa_yoga_

Lo yoga è un esercizio eccellente che non richiede attrezzature per essere praticato. Se le lezioni sono state sospese per il periodo natalizio,  allungate i muscoli con posizioni semplici che daranno equilibrio e benessere al  corpo e alla mente, in momenti in cui lo stress per le feste può essere un detonatore per il malessere. Se lo si fa al mattino, si attiverà il sistema cardiovascolare e si ridurranno le probabilità di un attacco di cuore inaspettato.
 

5. Camminare

camminare

Gli acquisti di emergenza non sono facili. Mettete un paio di scarpe sportive e approfittate di questa stagione per percorrere ogni reparto del centro commerciale e  trovare i migliori sconti. Camminare a passo veloce e costante brucia calorie. Camminare riduce il colesterolo “cattivo” e abbassa la pressione sanguigna.

Buoni propositi per l’autunno!

 

 

pilates2

L’Autunno è il momento in cui la natura è nel culmine della fase di regressione, i processi di crescita e di rigenerazione subiscono un rallentamento, che significa entrare in una fase di riposo per prepararsi ad affrontare l’inverno.

La stessa cosa accade nell’organismo dell’uomo. E, per questo, si può pensare a un allenamento regolare e più mirato. L’autunno favorisce il raccoglimento e la concentrazione su se stessi. Mentre l’estate e la primavera sono caratterizzati da un’energia opposta centrifuga, cioè che spinge verso l’esterno.

Quali sono allora i consigli giusti per l’autunno/inverno?In autunno la parola chiave è refocus, nel senso che bisogna fare davvero le “scorte per l’inverno”, dal punto di vista dell’energia fisica, ma anche nutrizionale.

Sport e stagione fredda a volte non vanno d’accordo e spesso gli sport acquatici o all’aperto sono i primi che escludiamo, riservandoli a primavera ed estate.

Quale migliore occasione per provare il Pilates?

Questa attività garantisce benefici che derivano dall’armonizzazione tra il corpo e la mente: è una disciplina che unisce alcune tecniche delle pratiche spirituali orientali con la praticità e le dinamicità tipiche delle discipline occidentali.Il Pilates, se svolto con costanza e consapevolezza, apporta innumerevoli benefici sia dal punto di vista fisico, aiutando a contrastare dolori cronici quali mal di schiena e cervicale,migliorando la capacità cardiovascolare e respiratoria. sia di naturale mentale alleviando tensione e stress fino ad aumentare la sicurezza in se stessi e quindi l’autostima.

Per il mese di autunno ti invitiamo a provare le nostre lezioni di Pilates ad un costo promozionale di 10 euro.

Per info e prenotazioni:
tel 0110686662 – 0115364466
Orario segreteria: dal lun al ven dalle 16.00 alle 20.00

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Solstizio d’estate: migliora la tua dieta e pratica yoga

Yoga-campo

L’estate comincia il 21 giugno con il solstizio d’estate che è il giorno più lungo dell’anno. In questo periodo inizia un nuovo ciclo in cui le ore diurne cominciano a diminuire gradualmente fino  all’arrivo del solstizio d’inverno. L’estate rapresenta il culmine di un ciclo di crescita e maturazione della natura.
 
Il fuoco è l’elemento che caratterizza l’estate. L’elemento fuoco in equilibrio produce emozioni di entusiasmo, vitalità e gioia, al contrario, se c’è un disequilibrio di fuoco si hanno stati d’animo di tristezza e mancanza di vitalità. Il fuoco fornisce l’ energia che governa il cuore e l’intestino tenue.

Il cuore è uno degli organi più attivi in questa stagione; regola la circolazione del sangue, porta calore, ossigeno e nutrienti a tutte le cellule del nostro corpo.

L’intestino tenue è un organo molto lungo responsabile della digestione e dell’assorbimento delle sostanze nutritive che passano direttamente nel flusso sanguigno.

Da un altro punto di vista, il cuore è legato alla capacità di capire e vedere chiaramente e influenza la nostra stabilità emotiva.

E il piccolo intestino è responsabile dell’assimilazione e assorbimento delle idee.

MERIDIANO DEL CUORE: Inizia dalle ascelle, continua lungo il lato interno del braccio, lo attraversa e termina all’estremità dell’unghia del mignolo.

MERIDIANO DELL’ INTESTINO TENUE: Inizia dal mignolo, corre lungo il dorso della mano, il braccio, la spalla e percorre il viso per terminare davanti all’orecchio. Questo meridiano governa anche la zona dei gomiti, spalle e collo.

Per il corretto funzionamento del cuore e dell’intestino tenue intervengono due fattori chiave: la dieta e l’esercizio fisico.

Si sa che gli alimenti piccanti o ricchi di spezie e salati sono dannosi per il cuore e per l’intestino tenue. Inoltre, anche un alto livello di colesterolo nel sangue è dannoso; se una persona ha un cuore debole o il piccolo intestino, dovrebbe ridurre o eliminare dalla sua dieta carne, uova e latticini.

Gli alimenti che favoriscono l’ elemento fuoco sono mais, cavolini di Bruxelles, scalogno, erba cipollina, lenticchie rosse, fragole e lamponi. Sono anche benefici cibi leggermente amari come rucola o tarassaco stimolano il buon funzionamento del cuore e dell’intestino tenue.

La pratica di esercizio fisico regolare rafforza e bilancia l’elemento fuoco.

Di seguito illustriamo una posizione di yoga utile per rinfrescare il corpo, conferirgli forza e vitalità, ma anche per riequilibrare i meridiani di cuore e intestino tenue e permettergli di espletare la loro funzione al meglio.

    
POSIZIONE SIMBOLO DELLO YOGAPadma-1 Ci sediamo nella posizione del mezzo loto o del loto integrale,  e intrecciamo le mani sulla schiena. Tendiamo completamente le braccia e lentamente flettiamo il busto in avanti, alzando anche le braccia.

Teniamo l’ asana per circa un minuto.

BENEFICI
Toglie tensione neuromuscolare tra le spalle e la parte superiore della schiena. Migliora l’irrigazione del sangue in tutto il corpo, e migliora il funzionamento di tutti gli organi addominali. Inoltre allunga i muscoli delle braccia e delle spalle.

PPM

STUDIO YOGA PILATES

Via Guarini 4, TORINO
Corso Tassoni 25, TORINO
Corso Orbassano 191/1, TORINO

Tel e Cell

011.19705609 - 3711812414
011.068.66.62 – 349.236.48.70
011.536.44.66 – 324.7726813

Mail

lagrange@yogapilates.it
tassoni@yogapilates.it santarita@yogapilates.it
ИТ новости