• prova_slide2

  • prova_slide2

  • LEZIONI MINIGRUPPO PILATES
  • LEZIONI CON I GRANDI MACCHINARI (REFORMER, CADILLAC, CHAIR, BARREL, SPRINGWALL)

Posts Taggati ‘asana e benefici sulla colonna vertebrale’

Benefici dello Yoga abbinato allo Sport

 

Yoga_e_sport

La pratica delle asana è l’ideale come complemento per le altre forme di esercizio, in particolare la corsa, il ciclismo e l’allenamento della forza, giacché le posizioni di yoga lavorano in modo sistematico tutti i principali gruppi muscolari, tra cui collo e spalle, i muscoli addominali profondi, fianchi e glutei e persino le caviglie, piedi, i polsi e le mani.

Per sua stessa natura, le asana influenzano i principali gruppi muscolari, maggiori, minori e gli organi. Le asana migliorano anche la forza, aumentano la flessibilità e nutrono gli organi interni, sebbene la maggior parte delle asana non siano di natura aerobica, infatti trasportano ossigeno alle cellule del corpo attraverso una respirazione cosciente e profonda, attraverso lo stretching e la contrazione dei diversi gruppi muscolari.

Qualunque sia lo sport che si decide di praticare, lo yoga può migliorare e completare la loro capacità. Come nel caso della maggior parte degli sport di sviluppo della forza muscolare e della resistenza, spesso in aree specifiche del corpo. Lo yoga può aiutare a controllare qualsiasi squilibrio nello sviluppo muscolare e permettere che la mente e il corpo funzionino in modo più efficiente. Se il vostro corpo è flessibile ed elastico sarà meno soggetto a infortuni sportivi, in quanto le articolazioni rimarrano ben lubrificate.

Lo Sci, ad esempio, richiede prontezza mentale, nonché un buon equilibrio. Le asana di yoga, fortificano i muscoli, rilasciano la tensione fisica e migliorano la concentrazione e l’equilibrio. Lo Yoga rende le vostre membra, in equilibrio, forti e rilassate.

I giocatori di Golf possono essere soggetti allo sviluppo dei muscoli da un lato o in maniera irregolare. Le asana di yoga possono rafforzare le aree deboli e alleviare la tensione muscolare. Le posizioni in piedi migliorano l’equilibrio e la flessibilità muscolare.

Le tecniche di respirazione dello yoga, aiutano i nuotatori a respirare in modo rilassato durante gli esercizi.

Per i ciclisti, che passano ore con la schiena curva, si può alleviare la rigidità causata dalla flessione sul manubrio. In un ciclista che rimane in una posizione per lunghi periodi di tempo i muscoli possono diventare tesi. Questo può essere risolto con lo stretching, esercizi di stretching dolce aiutano a ridurre la rigidità delle gambe e delle spalle migliorandone anche la loro flessibilità.

Il Tennis spesso comporta un intenso sforzo fisico. La pratica dello yoga può aiutare i giocatori a riposare e ricostituire la loro energia dopo le partite faticose. Inoltre lo Yoga sviluppa un pensiero calmo e lucido anche in situazioni che richiedono reazioni rapide. Le asana per la mobilità possono rendere il bacino e le spalle più flessibili.

Come affrontare l’autunno con lo Yoga

autunno

Siamo in autunno, un momento di riflessione dove gli alberi perdono le foglie, il metabolismo rallenta e gli animali vanno in letargo o migrano. Apparentemente gli alberi sono fermi ma al suo interno continua a fluire, si prepara  per l’inverno e per ricevere in primavera i frutti di ciò che ha seminato. Allo stesso modo noi esseri umani, dopo l’estate eliminiamo gli eccessi, ci prepariamo e ci lanciamo in nuovi progetti di cui beneficeremo quando ritorneranno le stagioni calde.

Questa pratica ci aiuta a fluire insieme con l’autunno, favorendo il funzionamento degli organismi disposti per l’espulsione di tossine e la pulizia del nostro corpo: l’intestino crasso, il sistema escretore e la pelle che vengono espulsi attraverso il sudore. D’altra parte, favorisce i polmoni, che ci aiutano a rinnovare l’aria che respiriamo e la bocca con la quale possiamo creare una comunicazione creativa e chiara con noi stessi e con gli altri.

Vediamo allora quali sono le migliori posizioni per affrontare al meglio questa stagione, rafforzare i Polmoni e l’Intestino Crasso:

Prima posizione: 

BASTRIKASANA (Posizione del Mantice)

bastrik inalebastrik exele

Bastrikasana è una posizione molto semplice, di profondo rilassamento e che agisce tonificando gli organi addominali, stimolando il fegato e la milza, facilita la digestione e l’eliminazione della tossine.

Ci sdraiamo sul tappetino sollevando le ginocchia al petto, intrecciando le mani le portiamo sotto le ginocchia, senza mai staccare le mani, espirando avviciniamo le ginocchia al petto, inspirando le allontaniamo.

La schiena e le spalle sono rilassate e toccano la terra.

Ripetiamo la posizione per 7 respiri.

Seconda Posizione:

MATSYASANA (Posizione del Pesce)

 

The-Fish-Pose-Matsyasana

Matsyasana si esegue sdraiandosi sul tappetino mani sulle anche, inspirare profondamente e poi espirando piegare indietro il busto portando il busto indietro e poggiare gli avambracci, espirando far scivolare gli avambracci e portare il petto in fuori e il vertice del capo indietro. 

Tonifica la regione lombo-sacrale, migliora la respirazione, previene i raffreddori, mal di gola, cura bronchiti e asma.

Terza Posizione:

USTRASANA (Posizione del Cammello)

the-camel-pose-ushtra-asana,1000506

In ginocchio mani sulla vita, spingere in fuori il petto, portare giù la testa e poi il busto, poi stendere le braccia e afferrare i talloni.

Ustrasana tonifica la colonna vertebrale, facilita la dissolvenza delle tossine, mantiene i reni sani e facilita la diuresi e corregge la postura.

Asana di flessione laterale

ardhacandrasana Queste asana danno elasticità alla colonna vertebrale sul lato, stirano e rivitalizzano i muscoli e i nervi intercostali, esercitano un benefico massaggio su pancreas, fegato e milza. I nervi spinali e i muscoli deltoidi, trapezio, spalle e braccia si rafforzano, vengono stimolati i muscoli degli arti inferiori e del collo, attivano tutto il sistema circolatorio e migliorano la circolazione del sangue a tutto il corpo. Nei bambini favoriscono la crescita e aumentano l’appetito. Prevengono le tensioni del tronco e distendono le contratture producendo una sensazione di benessere generale. Nello specifico vediamo:

Chandrasana

ardha-chandrasana2 

BENEFICI

  Sistema scheletrico: Dà flessibilità alla colonna vertebrale lateralmente.   Sistema muscolare: Allunga e rivitalizza tutti i muscoli ed i nervi intercostali. Rafforza i muscoli del collo e delle spalle. Tonifica le gambe e il bacino.   Sistema circolatorio: Promuove la circolazione ai muscoli e ai nervi intercostali.   Sistema Nervoso: Distende ed elimina le tensioni.   Sistema organico: Esercita un massaggio benefico su pancreas, fegato e milza.

ArdaChandrasana

ArdaChanrasana4

BENEFICI

  Sistema scheletrico: Rafforza la colonna vertebrale, fianchi, gambe e ginocchio della gamba flessa.   Sistema muscolare: Rende flessibile la catena muscolare posteriore del tronco, e la muscolatura della gamba estesa, allunga i gemelli gli adduttori e il tendine d’Achille. Rafforza i muscoli dell’addome e i muscoli della gamba piegata, soprattutto i quadricipiti.   Sistema circolatorio: Aumenta la circolazione del sangue verso gli organi della testa. Aumenta il calore del corpo. Aumenta l’azione cardiovascolare.   Sistema Nervoso: Promuove lo scarico di energia negli arti inferiori.   Sistema organico: Stimola attraverso la compressione gli organi pelvico-addominali e dirige il flusso sanguigno agli organi della testa e del viso.

PPM

STUDIO YOGA PILATES

Via Guarini 4, TORINO
Corso Tassoni 25, TORINO
Corso Orbassano 191/1, TORINO

Tel e Cell

011.19705609 - 3711812414
011.068.66.62 – 349.236.48.70
011.536.44.66 – 324.7726813

Mail

lagrange@yogapilates.it
tassoni@yogapilates.it santarita@yogapilates.it
ИТ новости