• prova_slide2

  • prova_slide2

  • LEZIONI MINIGRUPPO PILATES
  • LEZIONI CON I GRANDI MACCHINARI (REFORMER, CADILLAC, CHAIR, BARREL, SPRINGWALL)

Posts Taggati ‘benessere’

Depurarsi con Acqua e Limone

Acqua e Limone, la bevanda miracolosa che sta spopolando in questi anni, tutti ne parlano, tutti la usano o l’hanno usata, alcuni la amano altri l’hanno trovata un’inutile tortura.

Ma quanti davvero sanno di cosa si tratta e soprattutto qual è il modo corretto per preparare l’acqua e limone?

Tra tanti metodi oggi vi parlo del “Metodo Oberhammer”, presentato nel libro “Curarsi con acqua e limone” di Simona Oberhammer. Un libro scorrevole e molto chiaro che consiglio a tutti coloro affascinati dalla naturopatia.

La Oberhammer descrive questa routine quotidiana come una doccia interna: ogni mattina oltre a lavarci esternamente dovremmo depurare anche l’interno del nostro organismo. Trascurare l’igiene interna comporta l’accumulo di scorie e tossine, che ci inquinano, affaticano l’organismo e spesso causano malattie.

Stanchezza, problemi cutanei, ritenzione idrica, infiammazioni ginecologiche, mal di testa, disturbi digestivi o intestinali, dolori articolari, pancia gonfia possono dipendere da uno stato di costante intossicazione.

Oltre a tutte le tossine che arrivano a noi dall’esterno, è necessario fare i conti con le tossine prodotte dal nostro corpo sia nei processi metabolici sia di rigenerazione cellulare.

Questo implica che siamo stati creati per espellere tossine, il nostro corpo lo fa attraverso intestino, fegato, reni, polmoni e pelle. Ma anche se la natura ci ha dotato di una macchina efficiente e perfetta, gli eccessi di uno stile di vita moderno e frenetico possono “ingolfarci” e rendere inefficiente il processo di eliminazione delle tossine.

Se diamo all’organismo l’opportunità di liberarsi dalle tossine e dalle scorie che lo appesantiscono, ci accorgeremo presto che molti disagi scompaiono: il corpo, una volta alleggerito, può funzionare bene e tornare in salute!

 

Sono intossicato?

Il corpo lancia dei segnali molto chiari per indicare uno stato di intossicazione, ecco i più rilevanti:  

Sintomi Fisici:

  • Alito cattivo, bocca impastata, lingua patinata;
  • Viso gonfio specie al mattino;
  • Sudorazione con cattivo odore;
  • Naso perennemente chiuso;
  • Necessità di tossire continuamente;
  • Disturbi digestivi;
  • Disturbi dell’apparato genitale e/o urinario (candidosi, cistite…);
  • Dolori articolari;
  • Stati infiammatori;
  • Problemi prostatici;
 

Sintomi Psichici:

  • Mancanza di concentrazione;
  • Cattivo umore;
  • Annebbiamento;
  • Carenza di memoria;
  • Umore oscillante.
Se vi siete riconosciuti in uno di questi sintomi, avete bisogno di disintossicarvi un po’!  

Il momento migliore per depurarsi

Avrete notato che questi sintomi sono molto più accentuati al mattino, dopo che per tutta la notte il corpo ha lavorato per auto curarsi e depurarsi, rilasciando scorie. Non c’è momento migliore della mattina dunque per bere acqua e limone e fare questa benefica doccia interiore.  

Benefici incredibili

Questo rimedio, definito dalla Oberhammer “un vero elisir di lunga vita”, già in dieci giorni di costante assunzione disintossica il corpo, migliora la digestione, regolarizza l’intestino, rende più bella la pelle, idrata l’organismo, previene raffreddore e influenza, eliminando gli acidi urici migliora i dolori articolari, depura il fegato e i reni, remineralizza e alcalinizza il corpo e la lista dei benefici continua!  

Acqua e Limone: Come prepararla in modo corretto

Il Limone

Partiamo dal vero protagonista, il limone: sceglietelo maturo al punto giusto, di un bel giallo sole, possibilmente pesante e con la buccia a grana fina (contiene più succo), profumato e quindi ricco di oli essenziali, meglio se ha ancora le foglie ed è opaco (implica che oltre ad essere stato raccolto da poco, non è trattato con cere lucidanti). Sempre meglio un prodotto bio, per poter utilizzare anche la scorza, non solo per decotti e tisane, ma in generale per dare gusto ai vostri piatti in cucina!

Ora che abbiamo il limone perfetto, è tempo di spremerlo. Prima di tutto fallo rotolare sotto il palmo della mano per assicurarti di ottenere fino all’ultima goccia di succo. Dopo questo piccolo massaggio, spremilo fino al bianco, dove è presente la pectina. Finita la spremitura fai scorrere un po’ di acqua tiepida sullo spremiagrumi per portare via ogni traccia di pectina.

È fondamentale spremere il limone immediatamente prima di unirlo all’acqua tiepida, per evitare che si ossidi e perda le sue proprietà, vitamina C e bioflavonoidi sono infatti molto sensibili all’aria.

Filtrate bene il succo, magari con un colino, privandolo di semini e frammenti di polpa. Questo perché deve scorrere velocemente all’interno del corpo senza stazionare troppo a livello gastrico.

Quanto succo? Né troppo, né troppo poco! Se è la prima volta che vi approcciate a questa routine, iniziate con mezzo limone e man mano che vi abituate al sapore, potete arrivare a spremere un limone intero.

Evitate di spremere più limoni con l’idea di conservarne il succo, perdereste tutti i benefici. Se ogni mattina spremete mezzo limone, la metà rimasta conservatela in frigo con la parte tagliata in appoggio su un piattino da caffè in ceramica, evitate la pellicola o peggio ancora la stagnola.

 

L’acqua

Il limone va diluito in acqua di buona qualità, non scegliere quella del rubinetto, almeno che non ti sia stata garantita la sua bontà.

La temperatura dovrà aggirarsi tra i 40-45 °C per due ragioni: non compromettere le proprietà del succo, favorirne un consumo veloce senza scottarci.

Usare acqua fredda o a temperatura ambiente abbatte l’incisività del metodo. Mentre l’acqua tiepido-calda ha un’azione solvente e di purificazione maggiore.

Per assicurarci una bella doccia interna, servono almeno 300-400 ml di acqua, per ripulire bene l’organismo, idratarlo, e smorzare gli effetti aggressivi del limone su gola e smalto dei denti.

 

L’attrezzatura per preparare e bere l’acqua e limone

Tutti abbiamo in casa l’occorrente per preparare questa bevanda, oltre ad acqua e limone serviranno:
  • un buono spremiagrumi;
  • un colino fine, possibilmente con la retina in fibra e non in metallo;
  • un bollitore, ottimo quello con regolazione della temperatura, ma va bene anche un pentolino;
  • una bella tazza capiente;
  • una cannuccia, usatela sempre per non rovinarvi i denti!
Non sottovalutate la questione della cannuccia e anzi, una volta assunta la bevanda sciacquate la bocca e i denti, ma senza lavarli. Tutto ciò proteggerà lo smalto dei denti.  

Come bere l’acqua e limone

Come abbiamo anticipato, questa bevanda si assume al mattino, a stomaco vuoto, tiepida e a piccoli sorsi continui, proprio per non perdere l’effetto doccia. Prima di fare colazione aspettate 10 minuti, così eviterete che il cibo si unisca all’acqua e limone vanificando l’effetto.

All’inizio il processo vi sembrerà macchinoso, a tratti spiacevole, ma datevi 10 giorni di tempo, non solo per abituarvi, ma per ascoltare i vostro corpo e i benefici di questa routine purificante.

  Spero che questi consigli vi saranno utili per assumere finalmente in modo corretto questa strepitosa bevanda.  
Per maggiori informazioni e per tutte le ricette speciali (sono più di 30) vi consiglio di acquistare il libro “Curarsi con acqua e limone” di Simona Oberhammer, disponibile anche in e-book, edito da MACRO Edizioni.
       

Seminario Osteopatia e Pilates – 7 Novembre 2015

images 

Sabato 7 Novembre 2015

orario 10.00 – 11.30

Presso lo Studio Yoga Pilates di corso Tassoni 25

 

L’Osteopatia è una terapia naturale manuale, con approccio causale più che sintomatico, studia l’individuo nel suo complesso e non si accontenta di risolvere il sintomo.

L’obiettivo del trattamento osteopatico è quello di ristabilire la mobilità dei diversi sistemi del corpo per migliorare la loro funzione, regolazione e interazione.

Lo scopo principale del Pilates è quello di rendere, attraverso una sequenza di esercizi fisici mirati ripetuti nel tempo, le persone consapevoli del proprio corpo e della propria mente, unendo questi due aspetti in una singola, dinamica e funzionante unità.

Partendo proprio da questa definizione, si possono riconoscere i punti d’incontro che questa disciplina ha con l’Osteopatia, la quale si basa su: unità del corpo, relazione tra funzione e struttura, autoguarigione.

Quindi sia il Pilates che l’Osteopatia lavorano sulla consapevolezza corporea.

 

Quota sociale di partecipazione: 20€ soci iscritti, 25 € esterni.

Importante:
Per partecipare al Seminario è necessaria la prenotazione e il pagamento anticipato, poichè il seminario è a numero chiuso.
Per info e prenotazioni:
tel 0110686662 – 0115364466
Orario segreteria: dal lun al ven dalle 16.00 alle 20.00

Il massaggio del Sole e della Luna

Il Surya Chandra Cibna (il massaggio del sole e della luna) è un metodo di massaggio elaborato dalla maestra yoga Gabriella Cella. Questo tipo di massaggio si basa sulle teorie della medicina orientale, secondo cui il nostro corpo è pervaso da una serie di canali energetici, chiamati nadi, meridiani o tzubo, a seconda delle tradizioni, nei quali scorre l’energia vitale necessaria al funzionamento dell’organismo. Lungo questi canali si sviluppano specifici punti energetici che alimentano i vari organi. Quando il flusso energetico che scorre attraverso le nadi non è equilibrato si creano degli scompensi che possono portare l’insorgere di malattie.

Esistono due tipi di energie che scorrono nel nostro corpo, una calda, solare, attiva, razionale, maschile ed una fresca, creativa, lunare, ricettiva, femminile; sulla base di ciò la maestra Cella ha creato il suo metodo di massaggio che può essere eseguito da soli per curare o prevenire alcuni disturbi.

Tramite l’astrologia vengono individuati i sistemi del corpo che tendono ad ammalarsi più di frequente. Chi appartiene a segni zodiacali maschili (Ariete, Bilancia, Gemelli, Sagittario, Leone, Acquario) difetta di energia lunare e ha bisogno di stimolare i punti focali che corrispondono alla Luna, quelli relativi ai liquidi del corpo; mentre chi appartiene a segni femminili (Toro, Cancro, Vergine, Capricorno, Scorpione, Pesci) necessita di energia solare e deve attivare i punti focali corrispondenti al Sole, quelli relativi alle masse corporee. Ogni segno zodiacale ha il suo complementare, e insieme formano gli assi: Ariete/Bilancia, Toro/Scorpione, Gemelli/Sagittario, Cancro/Capricorno, Leone/Acquario, Vergine/Pesci. Con il massaggio Surya Chandra Cibna si possono riattivare i punti energetici più deboli a seconda degli assi, è sufficiente praticare il massaggio quotidianamente, per pochi minuti, seguendo il proprio asse di riferimento, ma si può praticare anche il massaggio relativo ad altri assi se, se ne avvertono i disturbi associati.

sole-luna

Ariete/Bilancia

asse maschile solare

L’Ariete simboleggia la scesa del sole, è soggetto a febbri improvvise, cefalee, congestioni e ferite alla testa e al viso; la Bilancia ha il compito di equilibrare l’energia maschile e femminile, è soggetto a insufficienza renale, scompensi ormonali, calcolosi, nefrite, cistite.

Bisogna massaggiare il punto Luna-piede, situato al centro della pianta del piede a 3 cm dalla base delle dita. Questo massaggio facilita la diuresi, sgonfia gli arti inferiori, regolarizza il ciclo mestruale ed è utile nelle infiammazioni alla prostata.

Bisogna inoltre massaggiare il punto Luna-petto situato sotto le clavicole, si effettua una pressione con il pollice a destra e sinistra. Aiuta a prevenire e curare febbre, raffreddore, reumatismi e infezioni polmonari.

Toro/Scorpione

asse femminile lunare

Il Toro è forte e vitale, i suoi punti deboli sono la bocca, la gola e il sistema linfatico, potrebbe avere infatti disturbi linfatici e ormonali. Anche lo Scorpione è un segno vitale ma delicato, potrebbe avere disturbi all’apparato genitale, alle ghiandole e alle vie di escrezione.

Bisogna massaggiare il punto Sole-perineo situato nel perineo, si preme e si massaggia con il dito indice, serve a curare i disturbi urogenitali e il sistema linfatico, aiuta ad attenuare ira, invidia e aggressività.

Bisogna inoltre massaggiare il punto Sole-mano, situato sul dorso della mano, nella cavità tra pollice ed indice, combatte stipsi e mal di testa causato da cattiva digestione.

Gemelli/Sagittario

asse maschile solare

I Gemelli sono resistenti, ma anche incostanti e dispersivi, soffrono bronchiti, pleuriti, asma, disturbi delle arterie polmonari, disordini nervosi, ansietà. Il Sagittario è dominato dal fuoco è vivace, agile, ma tende alla depressione e alla malinconia, soffre di disturbi respiratori, fegato, circolazione arteriosa e problemi di deambulazione.

Bisogna massaggiare il punto Luna-diaframma situato sulla cavità della pianta del piede a 3 cm dalla base delle dita, bisogna frizionare forte e disegnare una mezza luna con il pollice, cura tutti i disturbi respiratori.

Bisogna inoltre massaggiare il punto Luna-polso situato sul polso in una linea immaginaria tracciata tra mignolo e anulare, si massaggia con il pollice in un movimento circolare, cura malinconia, depressione, circolazione arteriosa e ossigenazione del sangue.

Cancro/Capricorno

asse femminile lunare

Il Cancro è un segno legato al femminile, all’inconscio, alla sensibilità, alla fantasia, hanno una salute delicata, soffrono di disturbi legati allo stomaco nell’uomo e all’utero nella donna.

Sono predisposti a disturbi digestivi, a intossicazioni, disfunzioni epatiche. Il Capricorno invece ha un sistema nervoso delicato, è’ sensibile al freddo e soffre di reumatismi, artrite, malattie delle

ossa, dei denti e a fratture, ma anche a disturbi della digestione e a problemi gastrici.

Bisogna massaggiare il punto Sole-piede situato sul dorso del piede tra alluce e secondo dito ad 1 cm dalla base delle dita. Si esegue un massaggio circolare con il pollice, stimola l’intestino pigro e difficoltà di digestione.

Bisogna inoltre massaggiare il punto Sole-gambe situato a 15 cm dal ginocchio si massaggia e si pressiona, toglie il senso di pesantezza e la rigidità alle gambe, facilita la scioltezza della camminata, e infonde un senso di calore in tutto il corpo.

Leone/Acquario

asse maschile solare

Il Leone è vitale e pieno di energia, di costituzione robusta può soffrire però di problemi cardiocircolatori, o disturbi epatici. L’Acquario di costituzione più debole soffre di problemi cardiocircolatori, esaurimenti nervosi, allergie e problemi di pressione.

Bisogna premere sul punto Luna-cuore situato sulla prima falange del mignolo, questo dito è il dito del cuore poiché da qui passa il meridiano che dà energia al cuore. La pressione aiuta a curare tutti i problemi cardiocircolatori.

Bisogna inoltre massaggiare il punto Luna grande fontana della vita, situato al vertice del capo, si stimola il punto dando dei piccoli colpetti con il palmo della mano, almeno sei. Cura i problemi di circolazione ed elimina tossine ed impurità dall’organismo.

Vergine/Pesci

asse femminile lunare

Entrambi di salute delicata, soffrono di disturbi di natura epatica e intestinale, possono soffrire di disturbi al sistema nervoso e depressione, intossicazioni e problemi di assimilazione.

Bisogna massaggiare il punto Sole-ombelico situato due dita sotto l’ombelico, si massaggia con un movimento circolare e una leggera pressione, è utile in caso di stitichezza, per regolare il ciclo mestruale e per aumentare le difese dell’organismo.

Bisogna inoltre massaggiare il punto Sole-alluce situato sulla punta dell’alluce verso l’interno al lato dell’unghia, attenua i problemi di assimilazione, disintossica e infonde un calore che si espande in tutto l’organismo come energia riscaldante.

Analisi lezioni Pilates di lunedì 22 e di mercoledì 24 settembre

Ringraziamo tutti i partecipanti alle prime lezioni della settimana che va da lunedì 22 settembre a venerdì 26, per la numerosa presenza e la giusta concentrazione alla pratica del Pilates. Vi ricordiamo che abbiamo già cominciato a raccogliere le iscrizioni + assicurazione (10 euro con l’offerta di settembre) che prevede l’entrata ai nostri corsi, lo stesso vale per tutte le altre lezioni da qui all’inizio della prossima settimana, ricordiamo inoltre che da Ottobre sono previsti dei trimestrali con un prezzo vantaggioso ed accessibile a tutti, trimestrale 90 euro (1 volta a settimana) trimestrale 150 euro (2 volte a settimana) trimestrali 210 euro (3 volte a settimana) PILATES: Nella lezione del mattino 11.00 – 12.00 abbiamo analizzato le basi del Pilates (era una prima lezione) con gli equilibri sui tre punti che formano un triangolo sulla base dei piedi, la respirazione profonda, di seguito trovate un articolo sulla respirazione Pilates –> http://www.yogapilates.it/?p=772 e la postura del bacino, che è molto importante per la colonna vertebrale. In seguito abbiamo analizzato e sentito lo sviluppo della colonna vertebrale nello srotolamento verso terra, e nell’arrotolamento verso l’alto. La lezione è proseguita a terra, con lo studio di alcune posture di allungamento verticale del potenziamento addominale, della posizione a “C” della colonna, e della posizione quadrupede sempre in abbinamento al respiro base del pilates. Abbiamo terminato con la posizione fetale per un rilasciamento delle tensioni accumulate durante la pratica —————————————————- Nelle lezioni della sera lunedì 18.00 – 19.00 e mercoledì 20.00 – 21.00 siamo partiti in posizione seduta, a gambe incrociate sviluppando diversi allungamenti per attivare-sciogliere la zona cingolo-scapolare. Abbiamo proseguito, con lo studio di alcune posture di allungamento verticale del potenziamento addominale, della posizione a “C” della colonna, e poi abbiamo inserito uno degli esercizi più importanti del Pilates in posizione supina, Shoulder Bridge (il ponte) dove abbiamo portanto il bacino verso l’alto staccandosi lentamente vertebra dopo vertebra, per poi riavvolgere il movimento tornando in posizione supina. Abbiamo eseguito una variazione del noto esercizio Pilates HUNDRED, con le gambe a tavoletta dove coscie e gambe formano 90°, abbiamo continuato in poszione prona con delle variazioni dell’esercizio SWIMMING, e poi abbiamo terminato in posizione seduta con delle torsioni della colonna vertebrale. La lezione si è conclusa con lo svolgimento dello YOGA NIDRA (rilassamento profondo) che ci ha permesso di scaricare tutte le tensioni muscolari accumulate fino a quel momento. Ricordiamo le prossime lezioni settimanali: Giovedì dalle 10,00 alle 11,00 -Strada Lanzo 144 (TO) Venerdì dalle 18,00 alle 19,00 -Strada Lanzo 144 (TO) Lunedì prossimo 11.00 – 12.00 via Foligno 14 Lunedì prossimo 18.00 – 19.00 via Lemie, entrata in via Gubbio 52/b Mercoledì prossimo 20.00 – 21.00 via Lemie, entrata in via Gubbio 52/b Di seguito inseriamo 2 link di articoli pubblicati sul nostro sito YogaPilates.it per avere ulteriori informazioni sul metodo Pilates http://www.yogapilates.it/?p=748 http://www.yogapilates.it/?p=273 Vi ringraziamo per l’attenzione riservata durante la lezione e rinnoviamo l’invito a tutti, anche a chi non è riuscito a venire, di seguirci nei nostri appuntamenti settimanali, Studio YOGA&PILATES a.s.d. Ourcommunity http://www.yogapilates.it info@yogapilates.it Tel. 011.2213919 Cell. 333.6633775 Cell. 328.2222390 Contatto Skype: yogapilates.it http://www.flickr.com/people/yogapilates http://www.flickr.com/photos/yogapilates http://www.yogapilates.slide.com

PPM

STUDIO YOGA PILATES

Via Guarini 4, TORINO
Corso Tassoni 25, TORINO
Corso Orbassano 191/1, TORINO

Tel e Cell

011.19705609 - 3711812414
011.068.66.62 – 349.236.48.70
011.536.44.66 – 324.7726813

Mail

lagrange@yogapilates.it
tassoni@yogapilates.it santarita@yogapilates.it
ИТ новости