• prova_slide2

  • prova_slide2

  • LEZIONI MINIGRUPPO PILATES
  • LEZIONI CON I GRANDI MACCHINARI (REFORMER, CADILLAC, CHAIR, BARREL, SPRINGWALL)

Posts Taggati ‘dieta yoga’

Digiuno post-feste per depurare il corpo

 

 dogiuno_natale

Il digiuno salutare consiste nell’ astinenza da cibo solido per un breve periodo di tempo. Questa pulizia ci aiuta a liberarci delle tossine e sostanze chimiche che possono risiedere nel nostro interiore, oltre ad essere un momento di riflessione interna e di meditazione inestimabile.

In questi giorni di feste, arriva uno dei momenti migliori per ricordarci delle persone a noi care, vicine e lontane che, chissà, non hanno molti mezzi o agi come noi.

digiuno_post_natale

Pochi giorni per nutrire l’anima e nutrirci di alimenti non solidi come succhi di frutta naturali o frullati ricchi di vitamine, aminoacidi e altri componenti necessari per mantenere i nostri livelli di energia.

Tra i principi ayurvedici seguiti dalla filosofia dello yoga, il Digiuno intermittente è di grande importanza, sempre con un controllo delle caratteristiche di ogni singolo e cercando il momento giusto, un momento in cui possiamo abbassare i livelli di attività nella nostra vita.

tisana-depurativa-fegato_NG1

L’organo che maggiormente risente dell’eccesso di grassi e zuccheri offerti da panettoni e pandori è il fegato. Per depurarlo consigliamo una tisana a base di piante officinali ad azione carminativa, capaci cioè di favorire l’espulsione di gas dallo stomaco e dall’ intestino e a base di piante con proprietà coleretiche, in grado di favorire la produzione della bile e il suo deflusso verso l’intestino migliorando quindi la digestione. Gli ingredienti di questa tisana depurativa per il fegato sono i seguenti:
Cumino (frutti): 10 g
Curcuma (radice): 20 g
Tarassaco (erba): 30 g
Cardo mariano (semi): 20 g
Menta (foglie): 20 g
Preparazione:Portare ad ebollizione l’acqua in un pentolino. Versare le erbe, tenerle in infusione per 3 min e dare una breve fiammata. Filtrare, far raffreddare e consumare la tisana.
Assumere da una a tre tazze di tisana per il fegato al giorno.

meditazione (1)

La stagione natalizia è di solito un periodo di eccessi, la pulizia prima o dopo questo periodo può essere molto ben accolta dal nostro corpo. In aggiunta, decidere di lasciare da parte gli eccessi e cercare un significato più spirituale di queste feste può essere un ottimo inizio di anno per tutti.

The Zone Diet

Benritrovati carissimi!!! Sono riemersa dal mio silenzio, giusto giusto per sfatare il mito delle proteine, che ormai vive da più di 10 anni, anche e soprattutto perché sono stanca di rispondere alla fatidica domanda: “Ma come fai con le proteine???” Tutto cominciò nel 2000, quando una mia amica mi prestò un “libro magico” scritto da Barry Sears nel 1995: “La Zona”, che fondamentalmente ha ripreso la Dieta di Atkins (veramente vecchia) aggiungendovi della terminologia “medica” di sua invenzione! Improvvisamente un medico stava promuovendo carne, latte e pancetta affumicata non solo come cibi da assumere fra una dieta e l’altra, ma addirittura come una parte di una dieta sana ed equilibrata!!! Hey! Non sembrava affatto male! Naturalmente presi il gancio ed iniziai a seguire alla lettera i suoi consigli da ragazza compulsiva quale sono. Per 1 anno e mezzo sono stata una carnivora doc, iperfanatica ed anti-veg… E non me lo sto inventando: credo di essere l’unica vegana al mondo ad aver mangiato più carne che la maggior parte delle persone non-veg mangeranno in una vita intera!!! Precisazione: non ne sono orgogliosa, ma è andata così… Ecco cosa è successo: ho perso una tonnellata di peso, il mio alito non profumava esattamente di violetta, i miei muscoli erano pressoché disintegrati e credevo di essere diventata cronicamente stitica (scusate, ma non potevo ometterlo)! Il fatto è che ingerire una quantità eccessiva di proteine imbroglia il nostro corpo (chimicamente), che pensa di essere lì lì per morire di fame e quindi, in “maniera affamata”’, inizia letteralmente a mangiarsi!!! *_* Non è abbastanza? Bene, questa è la vera tragedia: io persi peso seguendo “La Zona” perché sono estremamente coercitiva su questa cose, ma la maggior parte delle persone mangiando un’elevata quantità di proteine animali assumono le dimensioni di un autocarro perché non solo mangiano più carne, ma anche più pane, pasta, riso e zucchero raffinato… E così s’ingrossano come palloni! Ancora non mi credete? Ok, date un sguardo alle fotografie degli anni ’80, quando le diete povere di grassi e ricche di carboidrati complessi erano in voga: è vero che intorno a quegli anni la maggior parte della gente avrebbe dovuto cambiare stilista e provare un nuovo taglio di capelli, ma il più delle persone erano molto più asciutti e più sani di quanto non lo siamo noi e le nuove generazioni! Guardatevi intorno! Le persone sono più grasse, più ammalate, e più tristi che mai!!! Hmmm… C’è qualcosa che non va… Io ottengo le mie proteine da broccoli, noci, semi, tofu e spinaci, sono ancora normopeso e come “premio” non puzzo più di carne animale putrefatta, il che è di gran giovamento per la mia vita… Soprattutto sul piano personale! ;) Scherzi a parte: il latte materno apporta approssimativamente il 10% di proteine, la maggior parte di frutta e vegetali ne contengono dal 3 al 50%!!! So… LET’S EAT GRASS, MEN!!! :)

Dieta e sport per ridurre il cancro al colon

Il cancro del colon è uno dei tumori più frequentemente causa di morbilità e mortalità al mondo, e la sua incidenza è particolarmente elevata nei paesi ad alta industrializzazione; la diagnosi precoce, negli ultimi anni, ha fortunatamente permesso di elevare notevolmente il tasso di sopravvivenza dei soggetti colpiti. L’alimentazione rappresenta la prima variabile da migliorare per fare vera prevenzione; ridurre la fermentazione intestinale, controllare le proprie intolleranze alimentari ed assumere nutrienti compatibili al proprio biotipo significa limitare di molto lo stimolo infiammatorio che, spesso, conduce ad evoluzioni degenerative come il cancro. E’ noto che il miglioramento dello stile di vita rientra in questo progetto di prevenzione, e l’attività fisica ne è parte integrante. Ricercatori del Dana-Farber Cancer Institute di Boston hanno documentato che la programmazione di un moderato esercizio fisico può aumentare in maniera significativa il tasso di sopravvivenza di pazienti affetti da cancro del colon. In uno di questi studi sono state osservate circa 850 persone affette da cancro al colon in stadio avanzato, con assenza di localizzazioni metastatiche secondarie (in alcuni soggetti erano presenti positività linfonodali locali); in tutti i pazienti si è intervenuti chirurgicamente, ed è stato impostato un ciclo di chemioterapia. I ricercatori hanno potuto osservare un tasso di sopravvivenza superiore di 2 anni nei soggetti che svolgevano attività fisica regolare rispetto a coloro che non ne praticavano. Un secondo studio ha coinvolto quasi 600 donne, tutte trattate chirurgicamente per cancro del colon-retto in stadi differenti di evoluzione; anche in questo caso le pazienti che hanno incrementato l’attività fisica dopo la diagnosi, hanno presentato un tasso di sopravvivenza più elevato del 50% rispetto a coloro che non l’avevano modificata. Questi dati permettono quindi di ipotizzare un ruolo anche terapeutico, oltre che preventivo, dell’esercizio fisico moderato. Passeggiate prolungate, corsa leggera, bicicletta, nuoto ed anche lo yoga, pilates sono tutte attività che contribuiscono a migliorare l’apparato difensivo dell’organismo, aumentando l’efficienza delle risposte immunitarie e riducendo il rischio di malattia. Alimentazione e sport, una sinergia sempre più evidente per la salute. Paolo Palmas, responsabile Nutrifood.

PPM

STUDIO YOGA PILATES

Via Guarini 4, TORINO
Corso Tassoni 25, TORINO
Corso Orbassano 191/1, TORINO

Tel e Cell

011.19705609 - 3711812414
011.068.66.62 – 349.236.48.70
011.536.44.66 – 324.7726813

Mail

lagrange@yogapilates.it
tassoni@yogapilates.it santarita@yogapilates.it
ИТ новости