• prova_slide2

  • prova_slide2

  • LEZIONI MINIGRUPPO PILATES
  • LEZIONI CON I GRANDI MACCHINARI (REFORMER, CADILLAC, CHAIR, BARREL, SPRINGWALL)

OPEN DAY 2021 STUDIO LAGRANGE

È in arrivo un nuovo YOGA PILATES PPM OPEN DAY 2021, che si svolgerà nello Studio Lagrange: il 23 ottobre avrete solo l’imbarazzo della scelta fra le nostre proposte di YOGA e PILATES (sia a corpo libero che sulle macchine), distribuite nell’arco dell’intera giornata.

Venite a provare i nostri corsi e vi aiuteremo ad individuare quello più adatto a voi

adolescente-yoga1

Adolescenti: come uscire dal guscio con lo yoga

L’adolescenza è un’età complicata in cui ci si può sentire più fragili e sottoposti continuamente al giudizio degli altri. È un periodo in cui l’autostima può calare e portare ad un’apatia e ad un immobilismo pericoloso. 

Lo yoga può aiutare in questa fase delicata perché contribuisce ad alleviare stress e ansia e a migliorare umore e regolazione emotiva. Per questo è sempre più interessante proporlo a scuola, istituzione che, insieme al contesto familiare, può aiutare ad affrontare al meglio questa età evolutiva

D’altronde la parola chiave dell’adolescenza è “cambiamento” e, come abbiamo già scoperto in questo articolo sul cambio di stagione o in questo sul primo trimestre di gravidanza, la pratica dello yoga viene molto in aiuto nei periodi di transizione

L’essere introversi, tipico della fase adolescenziale, solitamente si unisce ad uno stato latente di depressione. Amare la solitudine e vivere i propri spazi in modo autonomo è molto importante ma lo è altrettanto il rapporto con gli altri e l’amicizia. Vediamo come sentirsi meglio e “uscire dal guscio” attraverso la pratica dello yoga

Adolescenza: bassa autostima e regolazione emotiva

Confucio un giorno disse: “Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano, preoccupati se tu non apprezzi te stesso”. Nella vita c’è chi ha una bassa autostima e chi invece presenta segni di un ego smisurato ma in realtà in adolescenza solitamente si presenta quasi esclusivamente il primo caso.

Gli adolescenti, in particolare, sono emotivamente vulnerabili e riportano difficoltà nella regolazione emotiva. Il tutto accompagnato da una bassa autostima e problematiche affettive di contorno. Spesso questo porta anche a disturbi dell’umore a scatti improvvisi d’ira.

Lo yoga per uscire dal guscio e regolare l’emotività

Agire in modo repentino sugli aspetti della regolazione emotiva è importante e lo yoga ha il grande pregio di aiutarci a comprendere che non siamo un semplice involucro. Attraverso le Asana entriamo in profondità e scopriamo un mondo interiore che ci è amico, che ci guida, ci sorregge. Una parte di sé con la quale riconciliarsi, la nostra vera forza.

Lo yoga interviene soprattutto con le Asana dell’equilibrio che portano ad una maggiore consapevolezza di sé, dei propri limiti, della propria stabilità, sicurezza e fiducia in se stessi. La stessa “conquista” delle asana ritenuta impossibile gratifica l’ego e promuove la sicurezza.

Le Asana per aumentare la consapevolezza e sentirsi più forti

Ecco alcune Asana che possono venire in aiuto in età adolescenziale:
  • Shasa Mudra: Mettiti in ginocchio, seduto sui talloni, porta il busto avanti e appoggia a terra gli avambracci. Inspira mentre porti in avanti il mento. Ripeti l’esercizio per cinque volte.
  •  
  • Svanasana: siediti a terra in ginocchio, appoggiati sui talloni. Espirando fletti il busto in avanti poggiando la fronte a terra con le braccia distese. I palmi delle mani sono a terra. Distendi le dita e separale. Inspira. Espirando solleva il bacino da terra. Distendi le gambe e porta i talloni a terra. Da questa posizione fletti le ginocchia, solleva i talloni e allunga la schiena avvicinando la testa a terra e il bacino al cielo. Espandi il torace avvicinando le scapole tra di loro.
yoga-svanasana

Photo by Conscious Design on Unsplash

     
  • Trikonasana (la posizione del triangolo): parti dalla posizione della montagna (tadasana), divarica le gambe di circa 90 cm. Inspirando solleva le braccia parallele a terra in linea con le spalle e ruota il piede destro di lato. Espirando inclina il busto lateralmente verso destra e avvicina le dita della mano destra a terra. Il braccio sinistro avvolge la vita dietro la schiena in modo da aprire bene la spalla.
  •  
  • Utthita Parsvakonasana: è la posizione dell’angolo laterale esteso. Dalla posizione della montagna (tadasana) divarica le gambe di circa 90 cm. Inspirando solleva le braccia parallele a terra in linea con le spalle. Ruota il piede destro di lato. Espirando fletti il ginocchio destro, inclina il busto lateralmente verso destra e avvicina la mano destra a terra davanti al piede. Il braccio sinistro si stende verso l’alto. Dopo qualche respiro, porta il braccio sinistro dietro la schiena in modo da avvolgere la vita e il braccio destro sotto la gamba destra, dietro la schiena, in modo da unire le mani. Se possibile, afferra con la mano destra il polso della mano sinistra in modo da aprire bene le spalle. Ripeti sul lato sinistro.
Foto copertina Photo by Jesús Rodríguez on Unsplash

OPEN DAYS 2021 STUDIO TASSONI

Gli YOGA PILATES PPM OPEN DAYS 2021 proseguono con lo Studio Tassoni: una magnifica DUE GIORNI di LEZIONI GRATUITE vi aspetta il 7 e l’8 ottobre: GIOVEDÌ 7 ci dedichiamo allo YOGA in pausa pranzo e la sera, VENERDÌ 8 è invece la volta del PILATES (sia a corpo libero che sulle macchine) che potrete provare sia al mattino che in pausa pranzo e alla sera.

Venite a provare i nostri corsi e vi aiuteremo ad individuare quello più adatto a voi 😉

open-days-tassoni-2021

PER GARANTIRE IL DISTANZIAMENTO DI SICUREZZA I POSTI SONO LIMITATI: PRENOTATE SUBITO E NON DIMENTICATE DI PRECISARE QUAL È LA FASCIA ORARIA E LA DISCIPLINA CHE VI INTERESSA!

OPEN DAY 2021 STUDIO CROCETTA

studio-crocetta

Il 25 settembre apriamo le porte del nostro studio di Via San Secondo 72 per uno speciale OPEN DAY!

 

Vieni a provare i nostri corsi e ti aiuteremo ad individuare quello più adatto a te 😉

yoga-pilates-open-day-crocetta-2021yoga-pilates-open-day-crocetta-2021

PER GARANTIRE IL DISTANZIAMENTO DI SICUREZZA I POSTI SONO LIMITATI: PRENOTATE SUBITO E NON DIMENTICATE DI PRECISARE QUAL È L’ORARIO E LA DISCIPLINA CHE VI INTERESSA!

yoga-prevenire-stress

Yoga e stress: ecco come può prevenirlo

Nei periodi di forte attività o di cambiamenti improvvisi il corpo spesso fatica ad adattarsi alla nuova condizione e sopraggiunge lo stress: una stanchezza psicofisica che può manifestarsi in più modi. La pratica dello yoga non solo può aiutare a diminuirlo ma, anzi, può aiutare a prevenirne la comparsa.

Sei stressato? Impara a riconoscerlo

Spesso si sottovaluta un fatto fondamentale: lo stress in realtà è un meccanismo di difesa del nostro corpo che si attiva rispondendo in modo psicofisico ad una quantità di compiti emotivi, cognitivi o sociali percepiti dalla persona come eccessivi.

Stress: i “segnali” da non sottovalutare

Come riconoscere se si è in una situazione di stress? Prima di tutto imparando a prendersi del tempo per se stessi per ascoltare il proprio corpo. Infatti sarà proprio l’organismo ad indicarci che abbiamo bisogno di staccare dandoci dei “segnali” che altro non sono che i sintomi da stress tra i quali: disturbi intestinali, acidità di stomaco, contratture muscolari, mal di testa, dolori alla schiena, tachicardia, sudorazione delle mani, stanchezza, vertigini, problemi sessuali e fischi o suoni nelle orecchie e giramenti di testa. Inoltre, se il livello si stress è alto si può anche soffrire di insonnia, anche per periodi prolungati e respirare affannosamente con picchi in attacchi di panico.

Lo yoga per prevenire lo stress

Se si manifestano alcuni o una buona parte di questi sintomi è bene cercare di concentrarsi su se stessi e ritagliarsi un momento durante la giornata nella quale praticare sport, magari yoga. Infatti quest’ultimo non solo aiuta ad alleviare lo stato di stress ma, anzi, riesce anche a prevenirlo se lo si pratica con costanza. Infatti lo yoga:
  1. insegna la respirazione profonda ossigenando meglio l’organismo e rendendo più lucida la mente
  2. permette ai muscoli e alle articolazioni di distendersi al meglio riducendo, così, le tensioni muscolari
  3. migliora la postura evitando che si formino blocchi articolari
  4. permette di ritagliarsi un proprio momento dedicato della giornata in cui fermarsi, spostare l’attenzione al proprio mondo interiore allontanando condizionamenti e pensieri negativi
yoga-no-stress

Photo by Natalie Grainger on Unsplash

Le Asana da praticare per prevenire lo stress

Ecco come prevenire lo stress con alcune semplici Asana che si possono praticare anche quotidianamente. Anche solo prendere un appuntamento fisso quotidiano per praticarle permetterà alla nostra mente di ricreare una meta, uno spazio sicuro verso cui tendere ogni giorno. Un momento per ritrovare l’equilibrio fisico ed interiore. Ecco le principali:

Jatara Parivartanasana

Si tratta della torsione da supini. Favorisce un profondo rilassamento se abbinato ad una corretta respirazione. Aiuta a rilassare la mente ed è estremamente benefico anche per i muscoli addominali. Ecco come fare: distenditi supino sul tappetino e piega le ginocchia portando i piedi sotto di esse. Porta le ginocchia al petto e sosta espirando ed inspirando. Senti la colonna nella zona lombare aderire al pavimento e porta il mento verso il collo. Apri la braccia ai lati e distendile bene. Espira e inspira. Ruota entrambi le ginocchia verso destra e porta lo sguardo verso sinistra mantenendo la spalla sinistra poggiata al pavimento. Le ginocchia tenderanno a giungere al pavimento. Sei nella posizione, resta e ripeti. Rientra ruotando il bacino e porta i piedi a terra. Esegui dall’altro lato.

Vrksasana

Anche detta posizione dell’albero permette di ritrovare l’equilibrio calmando la mente e focalizzandosi sul presente, sul qui e ora. Prevede di rimanere in uno stato di immobilità, proprio come un albero che mantiene le proprie radici ben ancorate al terreno. Il tronco dell’albero sarà la colonna vertebrale, la linea retta di energia. Ecco come praticarla: si parte in piedi. Si prosegue appoggiando il dorso del piede in corrispondenza dell’inguine dell’altra gamba cercando di mantenere la colonna vertebrale eretta e allungata. Inspirando si portano le braccia in alto, descrivendo un cerchio. Alla fine congiungere le mani sopra la testa e piegare i gomiti unendo le mani e lasciando le spalle rilassate. 
 
yoga-albero

Photo by Eneko Uruñuela on Unsplash

yoga-materassino-cobra

Yoga e Pilates: come scegliere?

Yoga e pilates sono due discipline ben distinte nonostante abbiano alcuni elementi in comune. Entrambe le pratiche aumentano la forza, la flessibilità e ristabiliscono l’equilibrio tra mente e corpo. Scegliere una o l’altra dipende essenzialmente dall’obiettivo che si ha perché, nonostante abbiano molti tratti in comune, donano effetti benefici specifici. Quindi, per capire quale pratica tra yoga e pilates sia più adatta a noi, è bene comprenderne le caratteristiche e chiedersi quali siano gli obiettivi principali che vogliamo raggiungere.

Yoga: una pratica antica millenni

Lo yoga è una disciplina antica millenni. Secondo alcune fonti storiche pare sia nato in India 5000 anni fa. Nella terminologia delle religioni originarie dell’India, il termine “yoga” indicava un gruppo di pratiche ascetiche e meditative. Lo yoga era inoltre un mezzo di realizzazione della salvezza spirituale. yoga-materassino-cobra Solo nel linguaggio contemporaneo si è attribuito al termine “yoga” un significato strettamente legato alla tecnica ginnica che coinvolge anche metodi di respirazione ben specifici. Quindi quello che nel quotidiano definiamo yoga è in realtà una piccola parte di una filosofia molto più ampia tanto da divenire un intero stile di vita. Chi pratica yoga oggi raggiunge una migliore comprensione di se stesso e allinea corpo, mente e spirito creando una nuova armonia.

Pilates: riabilitazione e rafforzamento

Il pilates è invece una pratica molto più recente. Infatti è stata creata da Joseph Pilates all’inizio del ventesimo secolo prendendo spunto da antiche discipline orientali quali yoga e Do-In giapponese. La disciplina di Pilates, chiamato “contrologia”, incoraggia l’uso della mente per controllare i muscoli e si concentra in particolar modo sui muscoli posturali (il cosiddetto Power House) che tengono il corpo bilanciato. Pilates-palla

Due discipline non interscambiabili: le differenze principali

Come detto, i punti di contatto tra le due discipline sono tanti ma vi sono degli elementi che ci permettono di distinguerle fin da subito. Mentre lo yoga è anche una filosofia di vita che si rifà agli antichi dettami della religione antica indiana, il Pilates nasce come vera e propria disciplina ginnica per rafforzare il nostro corpo e migliorare le sue prestazioni. Inoltre, come è ben noto, mentre nello yoga l’unico strumento di cui si ha veramente bisogno è un materassino (e indumenti comodi), per il pilates gli attrezzi sono di gran lunga maggiori.

Pilates e yoga: gli obiettivi

Come abbiamo detto, esistono tanti punti di incontro tra le due pratiche ma ciò che le differenzia più di ogni altra cosa sono gli obiettivi specifici che permettono di raggiungere.
  1. In generale lo yoga si concentra maggiormente sul benessere della mente e sul ristabilire l’equilibrio tra mente e corpo. Il pilates ha come primo obiettivo quello di rinforzare e riabilitare il corpo.
  2. Infatti lo yoga viene spesso utilizzato anche in ambito terapeutico per chi soffre di ansia, depressione o disturbi del comportamento o dell’alimentazione.
  3. Un’altra differenza sostanziale tra le due pratiche è l’uso della respirazione. Nel pilates: il respiro viene allenato per fornire il giusto apporto di ossigeno ai muscoli in modo tale da donare loro l’energia necessaria per affrontare lo sforzo fisico. Nello yoga: il respiro mira a raggiungere uno stato particolare di rilassamento per diminuire stress e tensioni.
  4. Lo yoga permette di raggiungere una maggiore flessibilità mentre il pilates rafforza, tonifica e aumenta la forza muscolare anche in ambito riabilitativo. Si badi bene: anche grazie allo yoga si raggiunge una maggiore forza muscolare ma il pilates prevede posizioni che mirano a raggiungere questo obiettivo in modo più intensivo.
  5. In tanti si avvicinano alla pratica del pilates anche affiancandolo ad una dieta dimagrante. Infatti, grazie alle sue posizioni si riattiva il metabolismo e si bruciano più calorie.
pilates-attrezzi

Qual è il migliore per te?

Come detto, la cosa migliore è pensare fin da subito all’obiettivo che vuoi raggiungere. Se ancora non sai quale sia la migliore disciplina per te, prova una lezione di avvicinamento di entrambe nei nostri centri. Gli allenatori esperti ti sapranno consigliare e ti guideranno nella scelta.

Riapertura pratiche in Studio primavera – estate 2021

Dal 24 maggio sono ricominciate le pratiche in presenza di PILATES MATWORK, PILATES MACCHINE E YOGA negli Studi Lagrange – Santa Rita – Crocetta – Tassoni (e sede distaccata Pinelli)
Proseguono inoltre le pratiche settimanali di PILATES MATWORK OPEN AIR al Parco della Tesoriera, tutti i lunedì alle ore 18.00.
Ed è comunque possibile seguire pratiche ONLINE su ZOOM di YOGA martedì ore 18:45 e ore 20:00 e PILATES MATWORK mercoledì ore 18.00 e ore 19.00.

N.B.
Tutte le presenze devono essere prenotate preventivamente e non è possibile tornare in Studio in mancanza di conferma della propria prenotazione. Tutte le pratiche in Studio si devono svolgere nel rispetto delle disposizioni igienico-sanitarie di sicurezza: invitiamo gli iscritti a consultare e rispettare il PROTOCOLLO DI SICUREZZA disponibile presso tutte le Sedi e a trasmettere l’autocertificazione del proprio stato di salute prima di ogni allenamento.

Pratiche all’aperto 2021 – aggiornamento


Qui vi riportiamo gli appuntamenti attualmente confermati* per le pratiche all’aperto e in presenza della primavera-estate 2021, a meno di eventuali modifiche alle disposizioni governative in materia di consensi allo svolgimento delle attività sportive.

PILATES MATWORK AL PARCO DELLA TESORIERA

  • giovedì ore 18:00 e ore 19:00 
*N.B.: Tutte le pratiche in presenza possono essere svolte esclusivamente previa certificazione medica.

Calendario seminari On Line 2021 – I Parte

Ecco i primi appuntamenti del nuovo anno che abbiamo programmato per chi volesse integrare le pratiche di Pilates e Yoga online, in abbonamento e in formula “PERSONAL”, con attività più mirate e specifiche.
Suggeriteci altri argomenti che possono interessarvi!

INFORMAZIONI E ISCRIZIONI

  • 30 Gennaio: “Pilates and ABDOMINAL WORK”
  • 6 Febbraio: “Pilates per GLUTEI FUNZIONALI”
  • 13 Febbraio: “Yoga e Pranayama per la MOBILITÀ DEL BACINO”
  • 20 Febbraio “Yoga per GESTIRE LE EMOZIONI”
  • 27 Febbraio: “Postural Masterclass CAMMINARE CON LEGGEREZZA”

PPM
Yoga Pilates PPM usa ENERGIA PULITA

STUDI YOGA PILATES

Via Guarini 4, TORINO
Corso Tassoni 25, TORINO
Corso Orbassano 191/1, TORINO Via San Secondo 72, TORINO

Tel e Cell

011.19705609 - 3711812414
011.068.66.62 – 349.236.48.70
011.536.44.66 – 327.258.07.42
011.026.0584 - 392.0364089

Orari segreteria

le segreterie sono disponibili dal lunedì al venerdì dalle 16.00 alle 20.00
PREVIO APPUNTAMENTO TELEFONICO

Mail

lagrange@yogapilates.it
tassoni@yogapilates.it santarita@yogapilates.it crocetta@yogapilates.it
ИТ новости