• prova_slide2

  • prova_slide2

  • LEZIONI MINIGRUPPO PILATES
  • LEZIONI CON I GRANDI MACCHINARI (REFORMER, CADILLAC, CHAIR, BARREL, SPRINGWALL)

Posts Taggati ‘meditazione’

Incontri di Meditazione – Appuntamenti di Gennaio e Febbraio

Incontri di Meditazione

con il monaco buddhista Gen Kelsang Cho.

cho

°ESSERE GENTILI CON NOI STESSI°

(Presso lo Studio PPM di Via Guarini 4)

“La meditazione è vita che fluisce liberamente e spontaneamente e che si attualizza quando riesce a coniugare il silenzio rigenerante del raccoglimento interiore al rapporto naturale con gli altri” In questi incontri impareremo metodi derivati dalla tradizione buddista per migliorare la nostra consapevolezza nella meditazione e nella vita quotidiana. Con lo sviluppo della consapevolezza mentale e delle tecniche di meditazione avremo la possibilità di godere di ogni momento della nostra vita. La nostra mente sarà più chiara e meno distratta, e la nostra memoria migliorerà.

INCONTRI:

12/01 Mindfulness: consapevolezza per una vita felice

19/01 Meditazione: la tecnologia interiore

26/01 Il vero significato delle emozioni

2/02 Subiamo o creiamo il nostro mondo?          

9/02 Il primo battito di un buon cuore

16/02 Rompere le cattivi abitudini

 

Per info e prenotazioni: tel 011.19705609- 3711812414
Orario segreteria: dal lun al ven dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 16.00 alle 20.00

Meditare riduce la percezione del dolore

meditazione

Molte persone che soffrono il dolore,  dicono di sentirsi abbastanza alleviati attraverso la pratica della meditazione. Allo stesso modo, alcuni meditatori dicono di non percepire il dolore quando sono immersi in quello stato.

Ma perché la meditazione può ridurre o eliminare la percezione del dolore? E ancora, come si spiega ciò a livello cerebrale? Un recente articolo sulla rivista Frontiers in Psychology (2014) riassume chiaramente i risultati di diversi studi sugli effetti del cervello di questa pratica in relazione a percorsi di elaborazione del dolore.

L’ ipotesi è che la meditazione riduce il dolore perché diminuisce l’attività neurale di varie aree coinvolte nella trasformazione dei segnali di dolore. Nello specifico si tratta del cingolo anteriore, insula, corteccia somatosensoriale secondaria e talamo.

È interessante notare che, anni di pratica e tipo di tecnica di meditazione sono variabili importanti da considerare. A quanto pare, l’esercizio ‘Monitoring Open’ attenuerebbe maggiormente attività dolorosa rispetto alla pratica dell’attenzione focalizzata, incluso il sistema limbico molto importante nelle emozioni. Inoltre, quanto più anni di esperienza si posseggono nella pratica della meditazione, maggiori saranno i cambiamenti a livello cerebrale.

Gli autori propongono tre possibili meccanismi attraverso i quali la meditazione può ridurre la percezione del dolore, ma sono necessarie ulteriori ricerche per chiarire quest’ultimo punto. Un dei meccanismi è che la meditazione attui come una distrazione, dirigendo la nostra attenzione ad altre informazioni piuttosto che al dolore; un’altra, come placebo; e una terza possibilità potrebbe modulare l’attività della cosiddetta ‘matrice del dolore’, che si riferisce alla serie di aree neurali che elaborano le informazioni del dolore. Il futuro ci dirà come, ma sembra chiaro che meditare ha più di un beneficio per la salute.

Cos’è il Nada Yoga

mantras

Nada Yoga viene dal sanscrito, e significa ‘vibrazione’ il Nada yoga è lo yoga del suono, si utilizzano suoni, mantra e musica per guidare il praticante verso lo scopo ultimo dello yoga: riequilibrare la persona, riconnettersi con il divino e realizzare il sé spirituale.

Lo yoga quindi mira all’armonizzazione di mente, spirito e corpo e per fare ciò esistono molte tecniche tra cui il Nada yoga, è bene precisare perciò che lo yoga è ben più di una pratica, è uno stile di vita, uno stato di coscienza volto all’armonia, all’equilibrio e all’unità.

Nella Bhagavad Gita, infatti, Sri Krishna spiega ad Arjuna:

Lo yoga non è per chi mangia troppo o troppo poco; non è per chi dorme troppo o troppo poco; lo yoga è la condizione di chi è equilibrato nelle attività quotidiane, nel lavoro e nel riposo. Questo yoga distrugge i conflitti ed elimina la sofferenza”.

Da ciò si evince pertanto che lo yoga non è solo un insieme di tecniche e che esse sono il veicolo per rieducare mente e corpo all’ascolto interiore e al risveglio della consapevolezza.

In questa ricerca il Nada yoga ci aiuta tramite il suono, la musica, il canto e la ripetizione di mantra a ritrovare lo stato di equilibrio e armonia. Le note musicali hanno le loro corrispondenti Nadi nei Chakra, la musica fa vibrare le Nadi, le purifica e risveglia la forza psichica e spirituale che dorme in loro.

La melodia esercita una potente influenza sulla mente e sul corpo di ogni essere vivente. La mente che è il grande strumento di confusione per ogni essere umano, viene controllata attraverso il Nada yoga.

Il Kirtan, ossia la pratica del Nada yoga, aiuta lo yogi nello sviluppo dell’amore cosmico e nella perdita dell’eccessiva attrazione per le cose materiali. Nel Kirtan si utilizzano vari strumenti, come l’harmonium, i piattelli, il flauto ecc. che facilitano il controllo della mente e l’immersione nel proprio Essere, praticando il Nada yoga con amore e devozione si avvertiranno i benefici in poco tempo.

Ad esempio: le vibrazioni sonore agiscono sul movimento del Prana, armonizzando le energie e favorendo l’allineamento del corpo sbloccano le tensioni. Aumentano la forza fisica, la concentrazione, l’attenzione e la memoria. I suoni facilitano la circolazione del sangue, migliorano la struttura muscolare ed ossea, rallentano il processo di invecchiamento e danno una forma di protezione a livello fisico e mentale. Aiutano ad entrare in uno stato di rilassamento e meditazione, connettendo e sbloccando emozioni.

Seduti in una posizione comoda, rilassati e guidati da un insegnante esperto ci si inizia alla pratica del Nada yoga, cominciando con il canto il praticante sarà poi in grado di riconoscere, con l’aiuto del maestro, il proprio personale suono, vibrazione legato al proprio chakra di riferimento e potrà utilizzarlo ogni volta nella pratica del Nada yoga. 

nada_yoga_01

 

Meditazione, ad ognuno la sua..

MEDITAZIONE_

La meditazione è una parte importante nella pratica dello yoga, lavorare per acquietare la mente rappresenta un passo fondamentale nel raggiungimento di quell’unione tanto auspicata nello yoga. Esistono differenti tecniche di meditazione a seconda delle diverse tradizioni orientali, tutte ugualmente efficaci, ognuna parte da approcci differenti, ma tutte hanno uno scopo finale uguale che è quello del raggiungimento della CONSAPEVOLEZZA.

La tradizione taoista porta l’individuo a lavorare sul suo corpo energetico e quindi sul chi , l’energia vitale (che gli indiani chiamano prana); la tradizione buddista invece lavora inizialmente con il corpo fisico e con la mente, mentre la tradizione tantrica lavora inizialmente con la consapevolezza nella sfera spirituale.

La consapevolezza va comunque sviluppata su tutti i livelli, quindi nelle diverse tradizioni cambia solo il punto da cui si parte per arrivare all’autorealizzazione dell’individuo.

MEDITAZIONE TANTRICA

La meditazione tantrica basa i suoi principi sul sistema yogico dei chakra e dei canali energetici le nadi. Lo scopo è risvegliare la Kundalini, la coscienza addormentata che risiede in un punto ben preciso della colonna vertebrale, alla base. Attraverso l’uso di mantra e di yantra, la visualizzazione, l’immaginazione, il praticante espande la sua mente, portandola alla conoscenza del proprio sé più profondo in connessione con la Coscienza Cosmica.

Alcune tecniche di meditazione tantra:

Liswara Pranidhana: In questa tecnica il praticante sviluppa i meccanismi di della propria consapevolezza spirituale profonda. Si cerca di rimuovere tutti i condizionamenti della mente ed eliminare il karma delle vite passate.

Madhu Vidya: In questa tecnica il praticante impara a portare gli insegnamenti della meditazione nella vita quotidiana imparando a non accumulare altri condizionamenti della mente.

Tattva dharana: In questa tecnica si passa all’analisi e alla consapevolezza degli elementi più sottili, ci si serve di mantra e yantra per sciogliere i nodi delle nadi e iniziare il risveglio della Kundalini.

Chakra Shodana: Questa tecnica si basa sulla concentrazione del respiro focalizzato ai chakra, i sette punti vitali che si trvano lungo la colonna vertebrale.

MEDITAZIONE BUDDISTA

La meditazione buddista si basa su un principio che prevede lo sviluppo della consapevolezza attraverso un lavoro di osservazione interiore attraverso il continuo impegno a rimanere concentrati sugli eventi che si manifestano nel momento presente senza cercare di modificarli. Il “qui e ora” è il cardine intorno al quale si sviluppata la meditazione buddista.

La tecnica di meditazione buddista più diffusa è Vipassana:

Questa tecnica si sviluppa in tre tempi, Annapana, durante questa prima fase il praticante si concentra sul proprio respiro, impara ad ascoltarne il suono, percepisce come l’aria entra ed esce, la consapevolezza del respiro viene semplicemente osservata senza operare con la volontà, ma lasciando il respiro libero. Vipassana, la meditazione vera e propria che avviene portando ora l’attenzione sul corpo, inizialmente in maniera superficiale, si osserva ogni parte del corpo, partendo dai piedi per risalire, sino a che la nostra consapevolezza diventa sempre più profonda, sino ad arrivare a percepirne ogni processo fisiologico ed energetico. Metta Bhavana, in questa ultima fase della meditazione si sviluppa il rapporto con l’ambiente, si porta la meditazione al di fuori, sviluppando l’aspetto più spirituale della vita, il “dare Amore incondizionatamente”.

MEDITAZIONE TAOISTA

Alla base della tradizione taoista vi è il concetto che il corpo sia percorso da una serie di canali energetici attraverso cui scorre l’energia vitale, il chi, come viene chiamato nella cultura spirituale cinese, armonizzando il chi la coscienza può espandersi promuovendo l’evoluzione individuale.

Le pratiche taoiste sono volte a risparmiare, accumulare e dirigere il chi, e a liberare il corpo da energia negativa o perversa. La meditazione taoista,guida il praticante verso una condizione psico-fisica ideale per lo sviluppo spirituale.

Xiao Zhoutian: Questa tecnica di meditazione aiuta a portare la consapevolezza del respiro in maniera volontaria e guida il praticante nella giusta incanalazione dell’energia nel corpo.

Il sorriso interiore: Questa tecnica essenziale ed efficace ha un effetto profondo sull’energia del corpo. Sulle statue che rappresentano il Buddha è presente un sorriso accennato sul suo volto che viene creato dapprima fisicamente, dal praticante, per poi riprodurlo mentalmente per rilassare interiormente ogni organo del corpo e consentirgli di ricevere e dirigere l’energia vitale correttamente.

Ogni tecnica ed ogni tradizione perseguono un unico scopo, quello dell’automiglioramento e del raggiungimento della propria consapevolezza interiore volta alla realizzazione dell’individuo, ogni praticante deve solo scegliere quale tradizione e quale tecnica è più vicina al proprio modo d’essere, alla propria anima, e seguirla. 

Si avvicina l’estate, riequilibrarsi con lo Yoga.

yogayo33

Con l’arrivo della bella stagione il nostro corpo si sente rinvigorito, il nostro umore migliora e la pelle diventa più luminosa, ma con l’arrivo del caldo il nostro corpo può risentire anche di stress, nervosismo, intestino irregolare e problemi digestivi. Questi disturbi capitano spesso agli individui di tipo Pitta, la medicina ayurveda distingue gli individui in tre categorie: VATA, PITTA e KAPHA.

Gli individui Vata sono tendenzialmente magri, dalla pelle secca, colorito scuro, dormono poco e non sudano molto.

Gli individui Pitta sono di costituzione media, capelli sottili, carnagione chiara e soggetti a stress.

Gli individui di tipo Kapha sono di costituzione corpulenta, capelli folti e scuri, perdono peso con molta difficoltà, carnagione molto scura e facile ad abbronzarsi.

Anche se gli effetti del caldo intenso sono maggiormente patiti dagli individui Pitta, chiunque può risentire di tali disturbi, vediamo due asana anti-caldo:

Pashimottanasana

pascimottana

Posizione della testa ai piedi, è una postura che aiuta a rilassare il corpo, stira i muscoli posteriori delle gambe, allunga la colonna vertebrale, rafforza il sistema nervoso e gli organi interni. Si esegue portando il corpo in avanti piegando fino a toccare con la fronte e il petto le ginocchia e afferrare con gli indici gli alluci. Il respiro è regolare e calmo.

Savasana

savasana

Posizione del cadavere, è una posizione di rilassamento tipica nello yoga, nei momenti di forte caldo calma il sistema nervoso, allunga tutto il corpo e rilassa ogni singola parte, rinfrescando la attraverso il contatto della parte Yang tutto il corpo e la mente.

Due tecniche di respirazione anti-caldo:

Shitali

Shitali-Pranayama

                         pranayam3

Respirazione Shitali, Shit vuol dire freddo, la respirazione shitali (calma e quiete) rinfresca il corpo nei giorni di maggior caldo e afa. Seduti in una posizione comoda con il busto ben eretto, si arrotola la lingua a cucchiaio o semplicemente si socchiude la bocca in una O. Inspiriamo con la bocca aperta l’aria che entra dalla lingua arrotolata ed espiriamo chiudendo la bocca, dal naso, eseguiamo 9 respiri.

Sitkari

sitkari-pranayama

Serrando i denti, apriamo le labbra e aspiriamo l’aria attraverso le fessure dei denti emettendo il suono sit, ed espiriamo chiudendo la bocca, dal naso.

12 Aprile 2014 Seminario Mandala o Cerchio Sacro

“MEDITAZIONE E REALIZZAZIONE”

Il Mandala rappresenta, secondo i buddhisti, il processo mediante il quale il cosmo si è formato dal suo centro; attraverso un articolato simbolismo consente una sorta di viaggio iniziatico che permette di crescere interiormente. I buddhisti riconoscono, però, che i veri Mandala possono essere solamente mentali, le immagini fisiche servono per costruire il vero Mandala che si forma nella mente della gente e vengono consacrate solo per il periodo durante il quale è utilizzato per il servizio religioso. Al termine del lavoro, dopo un certo periodo di tempo, il mandala viene semplicemente “distrutto”, spazzando via la sabbia di cui è composto. Questo gesto vuole ricordare la caducità delle cose e la rinascita, essendo la forza distruttrice, anche una forza che dà la vita. SABATO 12 APRILE ore 10,00 – 13,00 Cso Tassoni 25 Le insegnanti Daniela Carignano e Carla Castagno terranno un seminario il giorno SABATO 12/04 dalle ore 10:00 alle 13:00 presso lo studio di C.so Tassoni 25 di Yoga approfondimento sul Mandala o Cerchio Sacro.

Il costo del seminario è di €40 per i soci e € 55 per i non soci e €50 per teacher, tutti i materiali saranno forniti dallo studio.

Importante: Per partecipare al Seminario è necessaria la prenotazione e il pagamento anticipato, poichè il seminario è a numero chiuso Per info e prenotazioni: tel 0110686662 – 0115364466 Orario segreteria: dal lun al ven dalle 16.00 alle 20.00 info@yogapilates.it www.yogapilates.it o rivolgersi in segreteria  

Domenica 27 Febbraio dalle ore 9.30 alle 17.30 Classe BARS

www.accessconsciousness.com

“ Tutto nella vita mi viene con facilita’, gioia e gloria “

Domenica 27 Febbraio ore 9.30  – 17.30 Classe BARS

I  BARS

Ci sono 32 punti sulla testa chiamati Bars o Barre che la attraversano.  Sono qui im-
magazzinati tutti in nostri pensieri, decisioni, giudizi, convinzioni, emozioni e quanto
altro che non ci permettono di far funzionare al meglio alcune aree della  nostra vita,
mantenendo lo status quo e provocando  stress, rabbia, blocchi, paure, dolori sensi di
colpa ecc……
Sei disposto a rilasciare tutti i giudizi,  pregiudizi,  decisioni, convinzioni che  non ti
permettono di avere una vita piu’ facile ?
Attivando i BARS con un tocco gentile, si facilita l’energia a fluire rilasciando la cari-
ca elettrica del cervello, che imprigiona tutte le nostre considerazioni e riflessioni im-
maganizzate in ogni tempo e area della nostra vita.
soffione12
Si eliminano problematiche che impediscono di fare scelte consapevoli e di avere una
vita piena ed appagante e trasformare la vita in cio’ che veramente si desidera.
Ti basta sopravvivere o sei disposto a creare una vita piu’ grande ?  Facendo i BARS,
mettendo le dita sui vari punti della TESTA avrai un risultato fantastico !
E’ una meravigliosa tecnica che liberera’ il  tuo corpo e il tuo essere dagli incastri delle
scatole mentali che ti hanno tenuto prigioniero da milioni di anni.

Cancellerai  tutte le  convinzioni che  ti hanno  rinchiuso e  bloccato, avendo subito mag-
gior  chiarezza,  sollievo e rilassamento  nel corpo e nella mente, facilitando i cambiamen-
ti per una vita piu’ facile.

Con i ragazzi che hanno problematiche comportamentali, scolastiche e caratteriali, si
ottengono ottimi  risultati  rendendo loro la vita piu’ facile e quindi anche ai genitori.
Ti piacerebbe aiutare tuo figlio a superare brillantemente un esame ?

I Corsi di Access si insegnano in tutto il mondo e danno benefici immediati a tutti coloro
che li praticano. Si sviluppa una maggiore sensibilita’ nelle mani, le  percezioni e le intui-
zioni aumentano  nell’ individuare i  flussi e i  blocchi di energia.

Quante volte di rendi sbagliato quando il tuo intuito non coincide con la logi-
ca ed il ragionamento ? Ti piacerebbe far scorrere i Bars su tutte le persone che ami  ?

Ecco di cosa tratta il Corso:    – Cosa sono e dove sono i punti – Cosa rappresentano
- Come poggiare le dita sulla testa -  Le varie combinazioni -  Come dare e ricevere i Bars
-  Sentire l’ energia e seguirla – Avere una maggiore comunicazione con il proprio corpo.
- Come cominciare a creare la vita che desideri.

Introduzione ad ACCESS  e Presentazione del libro Lunedì  7 Febbraio ore 20,30

“ I soldi non sono il problema il problema sei tu “di Gary Douglas ed. Punto Incontro

Info : 011 068.6662 – 333 66.33.775 – info@yogapilates.it

Lunedì 7 Febbraio h 20.30 Introduzione ad “Access Consciousness”

Che cosa è Access Consciousness images

Il mantra di Access, “All of life comes to me with easy, joy and glory!”

(Tutto nella vita mi viene con facilità, gioia e gloria*) (*esuberante espressione ed abbondanza) Access è un sistema di trasformazione dell’energia, fondato nel 1990 da Gary Douglas a Santa Barbara, California, che fornisce una serie di strumenti e processi verbali designati a facilitare più consapevolezza in chiunque sia disposto ad averla. La consapevolezza include ogni cosa senza giudizio. E’ la disponibilità e la capacità di essere totalmente presente in ogni area della tua vita. E’ l’abilità a rimanere continuamente sveglio a maggiori possibilità, maggiore scelta e maggior vita. Tutti sono esseri infiniti capaci di totale consapevolezza, tuttavia la maggior parte delle persone non si riconosce come tale. Ciò è dovuto ai miliardi di giudizi che abbiamo imparato a rendere più reali del nostro sapere perché non siamo mai stati educati ad accedervi. Molte modalità e filosofie creano insegnanti e guru che danno risposte ed in tal modo il “sapere” di ognuno viene diminuito. Il target di Access è di vivere nella e come la domanda. Ogni volta che crei una conclusione, decisione o giudizio, non potrai essere consapevole di tutto ciò che non corrisponde alla tua conclusione, decisione o giudizio. Una risposta blocca il fluire di tutto ciò che si presenta nella tua vita. Se vivi nella e come la domanda, permetterai sempre a te stesso di ricevere più informazioni. Ogni particella dell’universo è energia consapevole. Come esseri infiniti siamo energia. Possiamo fare la domanda ed essere la domanda, e l’energia diventa azione. Quando c’è una situazione che non va bene per te, la definisci difficile o disastrosa? Che cosa comporta energeticamente? La situazione si solidifica come un problema e perpetua l’idea dello sbaglio. Come sarebbe se chiedessi: “Come può essere meglio di così?” Oppure potresti chiedere: “Cos’altro è possible?”, o ancora: “Cosa è giusto di questo che non sto vedendo?”. Quando fai qualcosa che definisci come errore, per quanto tempo ti giudichi e ti punisci? Giorni? Settimane? Anni? Come sarebbe se chiedessi “Cosa è giusto di me che non sto vedendo? Come sarebbe se non ci fosse niente di sbagliato in te? Domande come queste invitano l’universo a provvedere altre possibilità, consapevolezza, persone ed eventi, per assisterti. Quando crei il cambiamento del flusso nella tua vita, cambi il flusso del pianeta. La consapevolezza è l’opportunità di eliminare tutte le creazioni di muri di separazione. L’invito di Access è di aiutarti a riconoscerti come l’essere infinito che sei veramente ed a cominciare a generare una vita oltre il te che pensi di essere. Come un essere infinito funzioni dall’infinito percepire, sapere, essere e ricevere. Come un essere infinito tutte le cose sono sempre possibili ed hai scelta totale. Invece, come essere finito la tendenza è di funzionare dai pensieri, sentimenti ed emozioni. Ogni cosa in questa realtà è stata creata come solida e reale, ma è possibile scegliere una realtà diversa. Access ti sblocca dalla polarità, dalla prigione, dai condizionamenti, dalla limitazione dei tuoi pensieri, sentimenti ed emozioni, dal trauma e dal dramma, dalla confusione e dall’intrigo di questa realtà. Access potenzia il tuo reclamare, il possedere e il conoscere ciò che per te è giusto e vero. Puoi vivere una vita di infinite possibilità. Cosa ci vorrebbe per generare i tuoi rapporti, i tuoi affari, il tuo corpo, la tua sessualnezza, le tue finanze e la tua vita, dalla consapevolezza? Da più di venti anni Gary sta facilitando le persone a distruggere i loro giudizi per espandere la loro consapevolezza, pulendo i blocchi energetici nelle loro vite e nei loro corpi. Gli strumenti di Access ci permettono di generare fluidità nel rapporto con il nostro corpo, con gli altri e con l’Universo. Come sarebbe se potessimo veramente diventare gli stewards della Terra ed espandere tutto ciò che è possibile, invece di guardare come possiamo consumarla? Benché gli strumenti di Access abbiano generato una grande quantità di cambiamento nelle vite di molta gente, Access non dichiara di essere “il solo modo”. Access ti potenzia nel sapere quello che per te è vero. Ti permette di sapere quello che sai! Access è un metodo in continua evoluzione per cambiare le parti della tua vita che non si mostrano nel modo in cui sai che potrebbero essere. Se hai il coraggio ed il desiderio di essere lo straordinario, il fenomenale essere che sei veramente, forse Access fa per te. “La più grande potenza è l’abilità di cambiare, trasformare e scegliere.” Gary Douglas Fondatore di Access Consciousness Per info e prenotazioni mandare una mail a info@yogapilates.it

Yoga e Salute

yoga_salute In questo libro Gabriella Cella ci ricorda quanto sia importante nello yoga l’ascolto del corpo che è il punto di partenza, che conduce alla percezione dei chakra (centri di energia, posti idealmente lungo la colonna vertebrale, fino al vertice del capo), alla ritrazione dei sensi, alla concentrazione e alla meditazione. Inoltre questo manuale nasce dall’incontro della tecnica antichissima dello yoga con le conoscenze della medicina occidentale. Si tratta di un manuale terapeutico nel quale sono impiegate tecniche yoga per migliorare la salute fisica, attraverso esercizi di facile esecuzione. Impareremo a curare i disturbi più diffusi che colpiscono i vari apparati: * respiratorio (bronchite cronica, enfisema polmonare, asma bronchiale, dispnea psicogena, riniti allergiche, sinusiti da riniti) * cardio-circolatorio (tachicardie, aritmie psicogene, insufficienza coronarica, ipertensione essenziale, ipotensione costituzionale, varici degli arti inferiori, emorroidi) * digerente (ulcera gastrica duodenale, disturbi dispeptici, stitichezza abituale) * enito-urinario (disturbi della sessualità , mestruazioni dolorose, scarse, abbondanti, cicli irregolari, blocco mestruale) * osteo-muscolare (scoliosi, cifosi, artrosi dorsale, lombare, cervicale) * sistema nervoso (insonnia, nevrosi d’ansia, irritabilità ) * disturbi della vista.

Massaggio Energetico Spirituale

massaggioenerg Il Massaggio Energetico Spirituale è nel contempo terapia, forma di meditazione e disciplina spirituale, ha benefici e importanti effetti fisici perché è in grado di liberare e far fluire positivamente le energie interiori latenti. Questa particolare tecnica è un punto d’incontro tra la Riflessologia, l’agopressione cinese e il massaggio indiano ed opera sui punti dei piedi che corrispondono alle proiezioni energetiche dei Chakra. Il Massaggio Energetico Spirituale è stato rivelato all’occidente dal maestro S.V. Govindan, discepolo diretto del Mahatma Gandhi, questa tecnica, semplice ed efficace, parte dall’individuazione, sulla pianta del piede, delle aree che corrispondono ai sette Chakra, ognuno di essi rappresenta una zona del corpo e delle qualità emotive e spirituali. I movimenti rotatori, effettuati dalla mano di chi massaggia, aiuta il libero fluire dell’energia, attiva e stimola i Chakra, mette in equilibrio lo Yin e lo Yang, con conseguente miglioramento del benessere psico-fisico globale.

PPM

STUDIO YOGA PILATES

Corso Tassoni 25, TORINO
Corso Orbassano 191/1, TORINO
Via Guarini 4, TORINO

Tel e Cell

011.068.66.62 – 349.236.48.70
011.536.44.66 – 324.7726813
011.19705609 - 3711812414

Mail

info@yogapilates.it
ИТ новости