Pilates e Pavimento Pelvico

Noi donne abbiamo il nostro bel da fare ad esser donne: cerette, manicure, pedicure, tinte, palestra, diete, maternità, dolori da ciclo, vampate da menopausa…più tutte le incombenze di un essere umano medio! A questa lista di amenità possiamo aggiungere un altro temutissimo inconveniente: il prolasso del pavimento pelvico (PPP).

Leggi tutto

CORSO MASSAGGIO INFANTILE

  A febbraio corso Massaggio infantile Il nostro obiettivo nell’insegnamento del Massaggio Infantile è di rafforzare il legame tra voi e il vostro bambino. Ma il nostro programma non riguarda … Leggi tutto

Yoga in gravidanza

Lo yoga prenatale o yoga in gravidanza, sta guadagnando molta popolarità. Lo yoga è un ottimo modo per le donne di rimanere in forma durante la gravidanza, aiutandole a restare … Leggi tutto

Fitoterapici e terapie non farmacologice in gravidanza

Fonte: icffarmacisti.it
Piccolo vademecum fitoterapico in gravidanza

Un diffuso senso comune spinge le donne in gravidanza a limitare l’uso di tutte le terapie farmacologiche. Alcuni studi, infatti, mostrano che molte donne gravide tendono ad evitare l’assunzione di farmaci durante questo periodo e si indirizzano verso trattamenti non farmacologici. I disturbi per i quali più spesso sono usate le erbe sono rappresentati da nausea, insonnia, stitichezza ed infezioni urinarie.

A questo proposito sono d’obbligo alcune considerazioni di carattere generale:
• Le conoscenze relative alla farmacocinetica ed al meccanismo d’azione di una pianta o di un suo estratto, sono generalmente molto scarse e si sa ancora poco sulla distribuzione delle sostanze vegetali attraverso la barriera placentare, sui possibili effetti teratogeni e sulle loro attività farmacologiche sui tessuti embrionali.
• Sempre, ed in particolare nel 1° trimestre, l’uso di erbe medicinali e derivati, dovrebbe essere evitato o in ogni modo limitato ai casi di effettiva necessità e su prescrizione medica.
• Le sostanze vegetali maggiormente rischiose sono gli oli essenziali (presenti anche nella propoli), e gli alcaloidi, tutte sostanze ad altissima diffusibilità e dotate di basso indice terapeutico, quindi potenzialmente tossiche per l’embrione e il feto o attive sulla contrattilità uterina, e quindi potenzialmente a rischio di aborto.

Si segnalano diverse erbe e spezie che non vanno usate durante la gravidanza e l’allattamento, qui vi è un elenco ma per ogni certezza bisogna chiedere al proprio medico :

Achillea
Acoro falso
Aglio
Agnocasto
Alchemilla
Alga bruna
Aloe
Angelica
Anice
Aralia racemosa
Arnica
Artemisia
Artemisia vulgaris
Assa fetida
Assenzio

Leggi tutto